Mazzarri prepara il dossier: Saldo rigori Inter: -5 negli ultimi 14 mesi, il Milan è a +7

Il silenzio a volte dice più di mille parole. Walter Mazzarri lo sa bene. Seccato contro la Roma, furioso contro il Torino. La rabbia monta dentro il tecnico dell’Inter che, se da una parte è orgoglioso della risposta di carattere dei suoi che hanno sfiorato un successo in 10 contro 11 per quasi 90 minuti, dall’altra (oltre a prendersela con la sqadra per un pò di disattenzione e ingenuità) comincia a sentirsi accerchiato dalle ‘giacchette nere’.

‘Benvenuto all’Inter’, gli avrà detto Massimo Moratti, che sul match dell’Olimpico ha commentato così: “La gestione arbitrale? Diciamo che non è stata favorevole, ma a questo ci siamo abbastanza abituati. Quindi un po’ di danno può averlo creato, forse non determinante. E ho anche dei dubbi sul rigore, gravi dubbi anche che fosse rigore”.

Il rigore c’era (diciamolo) ma il rosso era opinabile. Ecco perchè dai muri della Pinetina, trasuda un messaggio che il ‘Corriere dello Sport’ interpreta così: “Contro di noi un fischio dubbio può sempre starci. A nostro favore un fischio dubbio è un errore e non arriva mai”.

Intanto Mazzarri sulla sua personalissima agenda comincia a stilare una lista dei torti, con il rigore fuori area dato a Gervinho in Inter-Roma e quel rosso ad Handanovic di domenica sera da matita blu. A difesa della tesi nerazzurra, c’è una statistica che letta nuda e cruda lascia alquanto sbigottiti.

Dall’inizio del capionato 2012/13 ad oggi, l’Inter ha ottenuto cinque rigori a favore e dieci contro per un saldo totale di -5. Peggio dei nerazzurri solo il Parma a -7. Salendo la classifica, i saldi delle big sono tutt’altra cosa: Fiorentina +5, Juventus e Roma +6, Milan e Napoli +7. Numeri che spiegano in pieno la rabbia in casa Inter, Thohir compreso.

Fonte: goal.com