Mazzarri dice no al Napoli, vuole l’Inter!

“Caro Mazzarri, lei ha altri quattro giorni a disposizione per darmi una risposta. Sappia, però, che se andrà via da Napoli se ne pentirà, soprattutto se andrà alla Roma, un club con grosse difficoltà economiche”. Questo è quanto riporta la Gazzetta dello Sport oggi in edicola. Le parole, il discorso, sarebbe quello che Aurelio De Laurentiis ha fatto al suo attuale allenatore. Evidentemente stizzito per i continui rinvii, il presidente del Napoli ha dato l’ultimatum a Walter Mazzarri. Che continua a tentennare. Praticamente, un addio.

La situazione, ormai, pare chiara. Il tecnico toscano ha da tempo rifiutato i 4 milioni nettiall’anno proposti da De Laurentiis per restare a Napoli. Alla base del rifiuto c’è chiaramente una volontà dell’allenatore di trovare nuovi stimoli e, forse, la consapevolezza  che il massimo con il Napoli sia stato raggiunto.

La domanda ora è: dove andrà Mazzarri? Ci si divide, sostanzialmente, tra due ipotesi che appaiono le più concrete: Roma o Inter. Fino a qualche giorno fa, l’opzione giallorossa pareva la più verosimile, ma poi deve essere successo qualcosa. Chi conosce bene Mazzarri, giura che farà di tutto per approdare alla corte di Moratti, stimolato dall’idea di poter ricostruire dalle fondamenta una squadra in grado di vincere e tornare a competere per i massimi obiettivi. A quanto pare, la volontà dell’allenatore toscano è quella di confrontarsi con una realtà top del campionato italiano, una possibilità che – per diverse ragioni – non sarebbe possibile né a Napoli né a Roma. Almeno questo è il Mazzarri pensiero.

Dall’altro lato, però, c’è la volontà di Moratti di confermare Stramaccioni, come più volte ribadito dinanzi a taccuini e telecamere. Il presidente nerazzurro non intende abbandonare il suo progetto iniziato poco più di un anno fa con Strama, di cui ha grande stima umana e professionale. Per qualcuno, però, le parole di Moratti restano solo di facciata e una decisione definitiva deve ancora essere presa.

Intanto l’ultima giornata si avvicina e, con essa, anche la risoluzione dell’enigma. Solo allora si capirà chi in questi giorni avrà detto la verità e chi no.

Fonte: Fcinternews.it