Mazzarri: “Milito non ha ancora i 90′ nelle gambe”

In conferenza stampa parla Walter Mazzarri: “Si tratta di un’altra prova, un altro step, del nostro processo di crescita ci attende domani, perché la Fiorentina ha caratteristiche diverse dalle squadre affrontate finora, per noi sarà ennesima prova. La Fiorentina non dà punti di riferimento, per assurdo senza Gomez è difficile andarli a prendere, giocano palla a terra, cercano molto il possesso palla, sarà una bella prova”, aggiunge il tecnico.

Sulla formazione, Mazzarri non si sbilancia: “Domani ho ancora un allenamento, vedremo. Diego non ha però ancora i 90 minuti e non ci vuole fretta, vedremo. Il suo inserimento bisogna che sia graduale. Possibilità di turnover? In questo momento gli undici scesi in campo sono quelli che stanno dando più garanzie. Perché cambiare una macchina che funziona? Quando un allenatore ha un progetto tattico ben delineato da anni, quando lo deve proporre a un gruppo nuovo, una volta trovati gli automatismi con chi parte dall’inizio, è meglio cambiare il meno possibile. Bilancio alla luce di queste prime gare? Un bilancio, solo parziale, lo potremo fare solo alla fine del girone di andata”.

Su Diego Milito: “Non do la formazione, c’è ancora un allenamento. Diego però sa che non ha i 90 minuti sulle gambe, domenica ha giocato e gli ha fatto bene ma il suo inserimento deve essere graduale. Conosciamo le sue qualità, ma c’è bisogno di tutti per non soffrire la fase difensiva e non perdere l’equilibrio. A partita in corso valuterò”.

Poi, su Mateo Kovacic: “Siamo tanti in rosa, nel calcio moderno siamo tanti in rosa, uno è importante anche quando gioca uno stralcio di partita. Non è che se uno non gioca dall’inizio non va bene, anzi. Senza dimenticare che è stato penalizzato dallo stop. Un’alternanza con giocatori di un certo livello ci sarà sempre”.

Su Ricky Alvarez: “La Fiorentina in estate lo ha chiesto? Ho parlato con Ricky, deve lavorare in maniera nascosta perché in questo mondo i giudizi cambiano velocemente. Tutti sanno che come calciatore mi piaceva, infatti quando ci sono state le voci della sua cessione ho detto subito che volevo prima vederlo dal vivo”.

Fonte: calciomercato.com