Mazzarri-Inter countdown: la fiducia di Thohir ha una scadenza…

Una sola vittoria nelle ultime dieci partite è un bottino troppo magro anche in un anno di transizione per l’Inter: Thohir ha fiducia in Mazzarri, ma non a tempo indeterminato.

Il cambio di marcia è obbligatorio per l’Inter. Il magro bottino di una vittoria nelle ultime dieci partite non può essere giustificato soltanto dala cosìddetta annata di transizione. Thohir ha ribadito, tramite un comunicato, la piena fiducia a Walter Mazzarri, ma senza un piazzamento europeo le cose potrebbero cambiare.

Quella di Thohir per Mazzarri, come sottolinea il ‘Corriere dello Sport’, è una fiducia a scadenza. I prossimi mesi saranno decisivi in tal senso. Dopo una grande partenza (25 punti in 12 giornate) l’Inter si è persa tra il travagliato cambio societario, i torti arbitrali e le voci destabilizzati di calciomercato.

Adesso, però, tutto sembra rientrato. Dopo la prevedibile sconfitta in casa della Juventus, l’Inter deve ripartire. Mazzarri ha quattro mesi per rafforzare il suo progetto, cercando di conquistare almeno quel quinto posto che vale l’Europa League. Altrimenti si può considerare a rischio, anche se probabilmente lo è già.

D’Ambrosio ed Hernanes erano gli obiettivi principali e sono arrivati, adesso, col loro aiuto, l’Inter deve invertire la tendenza. La scorsa stagione, col Napoli, Mazzarri vinse otto delle ultime dieci partite conquistando l’accesso diretto in Champions League, ma paragonare quella squadra all’Inter di adesso è francamente un sacrilegio.

Domenica a San Siro arriva il Sassuolo, asfaltato all’andata per 7-0. Quella di Reggio Emilia era un’Inter motivata e carica, a Mazzarri il compito di renderla nuovamente tale. Il tecnico toscano ha un contratto con in nerazzurri fino al 2015, con uno stipendio importante da 3,8 milioni a stagione. Thohir è uno che concede la seconda chance, Mazzarri farebbe dunque bene a sfruttarla.

Fonte: goal.com