Mazzarri ha scelto il sostituto di Belfodil

Il 5 luglio 2013 è una data che Ishak Belfodil non dimenticherà facilmente: è infatti il giorno in cui il franco-algerino passa dal Parma in comproprietà all’Inter. 7,5 è invece la cifra che i nerazzurri difficilmente riusciranno a cancellare dalla memoria: si tratta di quella investita per l’ex attaccante del Bologna che arriva alla corte di Mazzarri nell’ambito di un’operazione che prevede anche il passaggio in prestito di Cassano al Parma. Accordo quinquennale con Belfodil: l’Inter ci crede, può essere lui l’attaccante del futuro in coppia con Icardi.
Già, del futuro, perchè il presente per Mazzarri dice Palacio unica punta e Belfodil relegato ad un ruolo da comprimario che sin qui l’ha visto impiegato in appena 8 occasioni, una da titolare, per un totale di appena 188 minuti in campionato (sono quasi uguali a quelli giocati in Coppa Italia dove la seconda punta ha disputato 115 minuti).

L’Inter ha deciso di cederlo a gennaio: Belfodil ha 21 anni e ha necessariamente bisogno di fare ancora esperienza altrove per poter tornare in nerazzurro l’anno prossimo e potersi rigiocare nuovamente le proprie chances.
Mazzarri ha individuato chi può sostituirlo: Victor Ibarbo, attaccante del Cagliari, 25 anni e ancora due anni di contratto con il club rossoblù.
Il nome non è di quelli che fanno stropicciare gli occhi ma è un giocatore ideale per i piani tattici del tecnico toscano: seconda punta veloce, altruista, conosce bene il campionato italiano e soprattutto può arrivare all’Inter in prestito (in cambio proprio di Belfodil).

Un’operazione intelligente, low cost che potrebbe accontentare sia il Cagliari che l’Inter. Da una parte Diego Lopez, tecnico dei sardi, si ritroverebbe in casa un’altra seconda punta da poter rilanciare titolare al fianco di Sau o Pinilla; Mazzarri dal canto suo potrebbe contare su un elemento dotato di una velocità incredibile da poter sfruttare nelle ripartenze, tanto care al tecnico di San Vincenzo.
L’agente di Victor Ibarbo, Riccardo Calleri, contattato da Calciomercato.com, per ora non intende sbilanciarsi ma siamo certi che il colombiano non potrebbe che essere entusiasta di giocare lì dove ha fatto la storia un suo connazionale come Cordoba e dove avrebbe la possibilità di una maggiore visibilità in ottica Mondiali.

Fonte: calciomercato.com