Mazzarri-Guarin, scintille Inter al momento del cambio: “Le voci influiscono”

L’Inter affonda a Roma, e in casa nerazzurra anche i nervi cominciano a cedere. Esplicativo a tal proposito il caso-Guarin, da settimane al centro delle voci di mercato, e non certo soddisfatto al momento del cambio effettuato ieri da Mazzarri.

Gli ho solo detto di stare tranquillo, che l’ho tolto perché era già ammonito e rischiavamo di restare in dieci. Spesso quando un ragazzo esce è nervoso”, ha cercato di minimizzare il tecnico a fine gara. Salvo poi ammettere: “Può darsi che a forza di sentire voci di mercato, certi ragazzi a volte si condizionino… “.

L’interesse del Chelsea per Guarin d’altronde non è un mistero per nessuno, come non è un mistero che l’Inter valuterebbe attentamente un’offerta cash compresa tra i quindici e i venti milioni di euro. “Io col ragazzo parlo spesso e gli consiglio sempre di giocare bene ogni partita, sia che il suo futuro sia qui o altrove”, ha continuato ancora Mazzarri.

Nel pre-partita di Roma a dire la verità il Ds nerazzurro, Piero Ausilio, aveva provato a sgombrare il campo, assicurando: “Guarin è un giocatore dell’Inter e siamo ben contenti di tenercelo. Poi, non ammettere che abbiamo avuto un contatto con il Chelsea, sarebbe anche negare l’evidenza e non mi sembra nemmeno onesto.

Nel caso di Guarin abbiamo ascoltato, li abbiamo anche, eventualmente, autorizzati, se fosse il caso, a prendere contatto con gli agenti del giocatore, ma è finita lì e siamo ben contenti che possa anche, eventualmente, rimanere con noi per lungo tempo”. Eventualmente, appunto.

Fonte: goal.com