Mazzarri è soddisfatto: “Abbiamo rotto l’incantesimo”

L’Inter torna a vincere e Mazzarri si gode i primi tre punti del 2014. “Oggi salvo quasi tutto. Abbiamo giocato bene, era difficile perché in Italia non è mai facile sbloccarle e infatti ci abbiamo messo un po’ troppo – ha detto il tecnico nerazzurro dopo il match col Sassuolo -. Diciamo che abbiamo rotto l’incantesimo”. Poi un applauso a Samuel e Milito: “Sono dei leader”. Infine su Hernanes: “Ha senttio un po’ il debutto”.

La vittoria di misura sul Sassuolo, dunque, ha ridato morale all’ambiente. Così come i nuovi innesti e il ritrovato Guarin. “Hernanes ha fatto bene, ma si vedeva che sentiva un po’ la partita – ha spiegato Mazzarri -. Guarin è un po’ calato solo nel finale”. Attacco ancora all’asciutto, ma Icardi deve ancora aspettare il suo momento: “Mauro si era scaldato, sta cercando la migliore condizione e senza gol avrei fatto entrare lui. Dopo la rete ho messo Botta che sta facendo bene. Mi dicevano che è quasi un anno che non fa una quindicina di allenamenti di seguito: è questo il suo problema. Ci sarà bisogno anche di lui”.

Discorso diverso invece per Milito: “Deve riacquistare l’elasticità sulla gamba in cui ha avuto l’infortunio. E’ un fuoriclasse, oggi è stato solo sfortunato. La palla gol più clamorosa gli è stata rimpallata da un difensore: più gioca e più può trovare la condizione”. Grandi parole invece per Samuel: “E’ un fuoriclasse, non a caso si è vinto tutto con questi giocatori. Un po’ l’età incide, ma quando stanno bene si vede anche il carattere, guardate il gol. In tanti della rosa dovrebbe imparare da loro. L’ho visto bene in allenamento e anche a Udine in coppa. Hanno giocato altri visto l’infortunio che aveva patito, ma ora qualcuno ha perso smalto e c’era anche bisogno di un leader. In più c’era Berardi a sinistra e il ballottaggio era tra Juan e Campagnaro, visto che Rolando non ha mai sbagliato una partita”.

Idee chiare anche su Botta: “E’ un attaccante, rapido e svelto, che salta l’uomo. Uno dei dubbi che avevo era anche lui, perché sta crescendo molto. Dopo l’infortunio mi è piaciuto, sta confermando le nostre impressioni. Di volta in volta sceglierò”. Infine una battuta sulle offese di Melli: “Ha litigato qualche volta con Frustalupi, magari è successo qualcosa. Ma non mi viene in mente nulla di particolare tra me e lui”.

Fonte: Sport Mediaset