Mazzarri: “Basta dormite se si vuole stare in vetta. Palacio è un campione!”

Ovviamente soddisfatto Walter Mazzarri quando si presenta ai microfoni di Sky. Bella vittoria, anche se i due gol subiti in maniera ingenua forse hanno lasciato un po’ d’amaro in bocca.

“Siamo partiti davvero bene, fino al 2-0. Qui bisogna crescere: ci specchiavamo, giocate più per la platea invece di tirare in porta. Leggerezze, persa attenzione e concesso il 2-1, che poteva essere evitato visto che eravamo messi bene. In futuro potrebbero costarci caro. La Juve, per dire, vinceva 2-0 e poi ha perso: qui non si può mai abbassare la guardia. Mancata attenzione nei finali di frazione? Sì, noi siamo una squadra giovane, con tanti ragazzi e tanti altri quasi mai giocato con la responsabilità da titolare. Finché siamo stati concentrati, abbiamo fatto una grande partita. Appena abbiamo allentato, il Verona ci ha messo in difficoltà. Se si vuole essere una squadra di vertice, bisogna evitare questi cali di tensione. L’ho già detto ai ragazzi tra i tempi, infatti siamo rientrati bene”.

Alvarez Kovacic sono stati bravi. Mateo ha giocato in una Una posizione nuova per lui, ma il primo tempo sembra gli sia servito per trovare i giusti spazi e nella ripresa ha fatto melgio. Ma anche lui si specchiava un po’, fare la cosina in più: a questi livelli non bisogna farla”, così su Ricardo e Mateo il tecnico nerazzurro.

Un giudizio su Palacio: quando esce, l’Inter va in difficoltà. “Lui è un campione. Per dire: Belfodil alterna grandi giocate a leggerezze, Rodrigo è un campione. Non a caso lui ha fatto già benissimo l’anno scorso in una squadra di un certo tipo, quest’anno sta facendo meglio. Belfodil giocava e non giocava nel Parma… Devono migliorare i giovani. Il rosso? Minimizzerei, ma anche lì è una questione di maturità. L’avversario che perde può essere nervoso e tu devi essere freddo e venir via, capisci l’avversario e ti togli dalla mischia. Poi è chiaro che se sento i miei giocatori dicono sempre che non fanno nulla… Fra giocatori succede a fine gara: io non avrei fatto nulla”.

Nagatomo Jonathan molto bravi. Hanno fatto anche oggi le due fasi. Jonathan che avevo visto in ritiro era impensabile che poi facesse un campionato così: è migliorato anche in difesa nell’uno contro uno”, si complimenti Mazzarri con i suoi due esterni. I cambi come li valuta? “Se non faccio oggi i cambi… Martedì giochiamo a Bergamo, volevo anche mettere alla prova questi ragazzi e anche per dare un po’ di riposo ai più importanti che ho come Palacio o Cambiasso che era anche ammonito. Sul 4-2 infatti mi sono arrabbiato di nuovo”.

Fonte: fcinternews.it