Mazzarri apre le porte a Icardi: “Sta crescendo, forse sarà titolare in Roma-Inter”

C’era una volta un Principe… già una volta. Ora invece c’è un Principino. Mai soprannome, dato da Thohir a Icardi fu più azzeccato. Mauro, nonostante i problemi fisici, le turbe ormonali e magari qualche consiglio errato dato da findanzata e procuratori vari è davvero il nuovo che avanza in casa Inter. Per buona pace di Diego Milito.

Lo si è visto a Firenze, ne si è avuta conferma ieri in Inter-Cagliari. Accolto con gli applausi del pubblico ad inizio ripresa, l’argentino (che ha preso il posto del suo meno giovane compagno di reparto) ha spezzato la partita dopo solo pochissimi minuti. Primo sfiorando il goal imbeccato da Guarin; quindi offrendo l’assist a Rolando; nel finale prendendo una traversa e si procurandosi un (quasi) rigore.

Icardi, che finora ha segnato tre reti sempre partendo dalla panchina, sta ancora attendono la sua chance da titolare. Ma se dopo la vittoria contro la Fiorentina, Mazzarri aveva spento gli entusiami parlando di un giocatore spompo già dopo 10 minuti tanto da lasciare la squadra in 10 e mezzo contro 11, dopo l’1-1 interno di ieri, anche WM deve piano piano ricredersi.

“Icardi titolare? Cresce: l’ho messo 45 minuti e ha retto. Vedrò a Roma se sarà impiegabile dall’inizio”. Queste le parole del tecnico che comincia a sentire la pressione sia dei tifosi che del presidente Thohir. Tutti vogliono Maurito in campo fin dall’inizio. Per Milito forse è arrivato davvero il momento di abdicare.

Fonte: goal.com