Mazzarri allarga le braccia: “Siamo in emergenza, c’è poca lucidità”

Il tecnico dell’InterWalter Mazzarri, ha commentato ai microfoni di ‘Sky Sport’ il pareggio per 2-2 dei nerazzurri contro il Verona. Sul volto del tecnico di San Vincenzo si legge tutta la delusione per una vittoria sfumata in extremis.

“Abbiamo fatto un gran primo tempo – ha sottolineato – ma al primo errore abbiamo preso goal. Era una mazzata grossa in quel momento, la squadra ha continuato a giocare, trovando il pareggio e creando diverse palle-goal. Non ha avuto la fortuna di trovare il 2-1 con Vidic, ha colpito anche una traversa con Kuzmanovic. Secondo me abbiamo fatto 80 minuti di supremazia territoriale, non concedendo più nulla a una squadra importante come il Verona”.

La gara, secondo Mazzarri, sarebbe cambiata con l’espulsione di Medel: “Quando siamo rimasti in 10 è normale che si sia sofferto, – ha sostenuto il tecnico nerazzurro – poi non ci scordiamo che siamo in emergenza, era prevedibile che i ragazzi un po’ calassero. E’ cominciato anche a piovere… Alla fine però se avessimo avuto un po’ più di lucidità avremo potuto portare a casa la gara, commettiamo sempre qualche ingenuità che paghiamo cara”.

La posizione dell’allenatore toscano resta sempre in bilico, visto che la squadra nerazzurra fatica ad ingranare: “Quello che mi dico col presidente Thohir e con i dirigenti resta tra di noi. – ha affermato Mazzarri – Resto ottimista, se poi però non c’è pazienza… E’ un momento difficile, siamo ai minimi termini come infortunati. Questa sosta serve per recuperarne alcuni”.

Sempre su questo tema, Mazzarri ha poi aggiunto a ‘Rai Sport’: “Rischio esonero? Io lavoro, non sono decisioni che devo prendere io. Io mi occupo di allenare, come faccio ormai da 15 anni. Quando recuperemo qualche infortunato, cominceremo anche a fare qualche risultato”.

Infine sulla discussione con Mauro Icardi dopo la sostituzione nel rovente finale: “E’ stato solo un chiarimento. – ha minimizzato Mazzarri – Lui pensava che lo stessi rimproverando, ma si è trattato soltanto di un equivoco, li avevo chiesto se poteva rimanere altri 30” in campo”.

Fonte: goal.com