Mattia Destro all’Inter? Sì, perchè…

Una suggestione di mercato sta prendendo piede in queste ultime ore. L’Inter sta infatti seguendo con molta attenzione l’evolversi della vicenda riguardante Mattia Destro, attaccante in forza alla Roma e reduce da una parentesi non esaltante con la maglia del Milan.

Piero Ausilio, vista la difficoltà degli attaccanti nel concretizzare le palle gol, sta seriamente pensando di riportare a casa la punta cresciuta nella primavera nerazzurra, e lasciata andare via forse un po’ troppo frettolosamente. Indubbiamente la davanti troverebbe un’agguerrita concorrenza, ma al di là di questo, Mattia Destro potrebbe fare al caso nostro?

Probabilmente sì, e i motivi sono molteplici. Innanzitutto farebbe molto comodo per motivi burocratici. Destro è arrivato a raggiungere importanti successi con la maglia nerazzurra, nelle varie rappresentative giovanili,  laureandosi capocannoniere, giocando nella stessa formazione in cui militava Davide Santon. Le nuove regole stabilite dalla Figc e approvate in consiglio federale, stabiliscono che nei venticinque giocatori che compongono la rosa, ce ne debbano essere almeno quattro formati nel vivaio. E chi meglio di Mattia Destro potrebbe rappresentare un ulteriore tassello in questo senso?

Ma non finisce qui. Destro non ha brillato nell’ultima stagione, diviso tra Roma e la Milano rossonera, arrivando a raccogliere un magro bottino di reti. Potremmo quindi contare sulla sua voglia di riscatto, e Mancini ha grande considerazione per attaccanti come lui. Il tecnico jesino è riuscito a lavorare benissimo su Icardi, e di conseguenza potrebbe recuperare un attaccante come lui, che ha bisogno di fiducia. Non bisogna dimenticare che uno degli obiettivi dell’ormai ex-giallorosso è il ritorno in nazionale, e l’inter potrebbe essere un ottimo trampolino di lancio.

La giovane età del ragazzo (24 anni) inoltre, fa sì che la sua riscossa si possa realizzare senza azzardare giudizi pretestuosi e preponderanti.