Matthaus: “Shaqiri flop? Colpa di Mancini”

C’era una volta l’Inter tedesca, quella dello scudetto dei record con Trapattoni, e della Coppa Uefa ’91 con i gol di Klinsmann. Ora in casa nerazzurra vanno di moda altre nazionalità, e allora anche le vecchie glorie non sono più le stesse.

Ecco lo sfogo di Lothar Mattheus, che dalle colonne di “Blick” non ha risparmiato critiche a Roberto Mancini. Il motivo? La gestione di Xherdan Shaqiri, svizzero di passaporto, ma tedesco di adozione, ex salvatore della patia interista a gennaio, e ora esubero da piazzare.

“Quando non hai la fiducia dell’allenatore, non puoi fare nulla – ha detto Mattheus – Se compri un calciatore, devi farlo giocare, ma se il tecnico non ti aiuta nel periodo di adattamento ad un nuovo campionato, non c’è nulla da fare. Shaqiri non ha potuto dimostrare il suo valore, Mancini prima lo ha voluto ma poi non l’ha fatto giocare”.

L’ex Bayern è a un passo dallo Schalke 04, cessione che l’Inter attende per poter chiudere l’acquisto di Ivan Perisic. Da un ex 10 a un altro. Il Mancio risponderà?