Marco Materazzi, storico ex difensore dell’Inter, in una intervista a La Gazzetta dello Sport ha parlato della possibilità per i nerazzurri di passare il turno in Champions già questa sera contro lo Shakhtar.

SAN SIRO DA PAURA – «È molto semplice: i giocatori devono continuare a fare quanto si è visto in campo anche nell’ultima partita con il Napoli. E poi il risultato verrà da sé, non ci saranno problemi, ne sono certo. Basterà entrare in campo con lo stesso spirito. E magari, una motivazione ulteriore potrà arrivare semplicemente ricordando dov’erano dopo le prime due partite, come si era complicata la classifica: non ho dubbi, questo darà la spinta per vincere. Mi piace molto questa Inter. È una squadra votata all’attacco, lo ha mostrato più volte. Ed è un atteggiamento che solitamente in campo internazionale premia, anche se vai ad affrontare squadre forti, organizzate, abituate a questo tipo di appuntamenti. Ho sempre pensato che la Champions League sia in realtà la somma di due tornei differenti: uno prima di Natale, uno da febbraio in poi. Qualificarsi già contro lo Shakhtar vorrebbe dire concentrarsi per tre mesi solamente sul campionato, competizione nella quale vedo l’Inter ancora come la favorita, la squadra da battere. E poi, una volta arrivati nei turni a eliminazione diretta, tutto diventa possibile. C’è da sperare che la situazione legata al Covid non peggiori e gli stadi restino aperti. Se così sarà, dico che un San Siro pieno fa paura davvero a tutti, anche a squadre insospettabili. È un vantaggio da sfruttare…».

FONTEcalcionews24.com