Materazzi: “Il calcio Italiano è malato…”

Nonostante il suo Chennaiyin sia stato eliminato alle soglie della finale per il titolo, Marco Materazzi, allenatore-calciatore della compagine indiana, in un’intervista al media tedesco Sport Bild ha rivelato che per il momento non vuole allenare in Italia.

Queste le sue parole: Sapete perché è un vantaggio aver cominciato in India? Puoi sviluppare le tue idee senza essere giudicato. Ecco perché per ora non voglio allenare in Italia: lì sbagli due partite e ti bruci. 

In Germania? Certo che allenerei lì. Il calcio italiano è malato: a parte quello della Juve, gli stadi sono vecchi e vuoti. C’è troppa violenza. Ora la Bundesliga è uno dei primi tre campionati al mondo con Premiere Liga: dal 2006 le cose sono cambiate, altrimenti Guardiola non sarebbe venuto qui. Lui è un dio, comeMourinho e Ancelotti“.

La mia carriera? Nel 2005 ho avuto la possibilità di andare al Kaiserslautern, ma volevo restare in Italiaper non perdere la Nazionale. E dopo il Mondiale potevo guadagnare il doppio o il triplo, ho avuto tante offerte, ma ho scelto di restare all’Inter dove ho vinto tutto. Nel 2006, se solo fossi stato più veloce, avrei vinto il Pallone d’oro del Mondiale.

Zidane? È la vita, sono cose che succedono. Dovete sapere una cosa: io voglio sempre vincere. Il divertimento e i soldi non mi interessano”, ha così concluso Marco Materazzi.

FONTEeuropacalcio.it