Marotta porterà due top player in estate!

L’Inter cerca rinforzi per gennaio, ma inizia a muoversi anche in ottica futura e guarda anche alla prossima stagione. Nel mercato estivo ci saranno trattative importante e la dirigenza nerazzurra punta già i futuri obiettivi.

“A un anno dall’uscita dal settlement agreement e dopo due stagioni consecutive in Champions, l’Inter dovrà andare all’assalto di almeno due top player. Per avvicinare sempre più la leadership della Juventus e consolidarsi come rivale più accreditata ai bianconeri nella corsa allo scudetto. E più o meno questo l’iter del nuovo progetto nerazzurro, partito con l’arrivo di Antonio Conte sulla panchina e con inserimenti giovani, di qualità e con margini di miglioramenti potenzialmente enormi. Nella prossima estate è atteso quindi l’ultimo step, con l’ingaggio di due grandi nomi che possano mettere l’Inter da subito in prima fila nella corsa al titolo. E ci sono già degli identikit importanti: l’obiettivo, più o meno dichiarato, è Federico Chiesa. Il sogno, mai nascosto, porta a Christian Eriksen, che va a scadenza col Tottenham”, rivela La Gazzetta dello Sport.

ERIKSEN – “La storia recente dell’Inter evidenzia un’attenzione ai parametro zero. Nel 2018 è arrivato De Vrij, seguito un anno dopo da Diego Godin. Per la prossima estate l’Inter segue con grande attenzione l’evolversi della situazione tra Eriksen e il Tottenham, con tanti indizi che portano a una separazione quasi scontata. Sul centrocampista danese c’è stato un interessamento del Real Madrid mai trasformatosi in reale trattativa, mentre sul finire dell’ultimo mercato il Manchester United ha lanciato il primo assalto. A gennaio il Manchester ci riproverà, ma in caso di nuovo buco nell’acqua l’Inter studierà l’offerta giusta per convincere Eriksen a scegliere l’italiano”.

CHIESA – “E poi tutte le forze – e gran parte del tesoretto che l’Inter spera di ricavare dalle cessioni di Icardi, Joao Mario, Gabigol e Perisic – saranno concentrate su Federico Chiesa. Si annuncia un’asta agguerritissima con la Juventus. I bianconeri la scorsa estate avevano già il sì del giocatore e un accordo di massima con papà Enrico. Poi il cambio di proprietà e l’arrivo di Rocco Commisso a Firenze hanno cambiando le carte in tavolo. Il nuovo presidente ha convinto il giocatore a restare almeno un altro anno, con la promessa di valutare eventuali offerte insieme nell’estate 2020. Che sembra lontana ma in fondo non lo è: le strategie vanno già messe a punto e pure il budget da stanziare. Perché per Chiesa la base d’asta partirà da 60 milioni e battere la Juve potrebbe essere già un segnale importante”, aggiunge La Gazzetta.