Marotta avvisa Icardi: «Servono plusvalenze, prima uomini dei calciatori»

Beppe Marotta è stato a Venezia in qualità di ospite a un evento promosso dall’Università Ca’ Foscari. L’amministratore delegato dell’Inter ha toccato alcuni importanti che legano calcio e finanza. Ecco la sua opinione sulle plusvalenze:«Sono fondamentali per calcio italiano, se vogliamo essere competitivi. L’attività di trading dei calciatori è fondamentale. Per le grandi bisogna cercare di far aumentare il valore della squadra e competere con società che hanno un fatturato maggiore a livello europeo. Il calciomercato oggi è molto diverso da un tempo: oggi con il calciomercato aumenti il fatturato con le plusvalenze. Quindi è indispensabile fare le plusvalenze nel calcio italiano oggi anche per rispettare il Fair Play Finanziario».

Marotta continua:«Spesso si sottovalutano all’esterno le qualità umane, ma io vorrei ricordare che una squadra è fatta prima di tutto da un insieme di uomini, che poi creano appunto la squadra. Per questo motivo, quando si sceglie un giocatore, si deve guardare alle qualità tecniche, ma anche a quelle umane. Un calciatore è prima di tutto un uomo che deve sapersi relazionare con altri uomini all’interno di uno spogliatoio. Questo è un fattore determinante per creare gruppi vincenti».