Mancini vuole un’Inter all’arrembaggio in questo finale di 2014: primo obiettivo…

Il dodicesimo posto in classifica della sua Inter sta quanto mai stretto a Roberto Mancini, tecnico abituato a lottare per i traguardi più ambiziosi e spesso a portarli a casa. Subentrato sulla panchina nerazzurra a stagione inoltrata, però, il lavoro da fare per risollevare le sorti del club milanese sembra non dare i frutti sperati.

Per questo finale di 2014, però, Mancini vuole dalla squadra una prova di forza, due partite con cui chiudere bene l’anno, magari risalire un po’ la classifica e avere per il 2015 una base di partenza, di gioco ed entusiasmo, che possa far risalire la china a una squadra dimostratasi finora troppo incostante.

L’Inter, d’altronde, non iniziava così male la stagione da un decennio, era il 1994-94 infatti quando la squadra nerazzurra totalizzava solo 4 vittorie e 5 pareggi nelle prime 14 giornate. Una stagione, quella, con Fabio Bianchi alla guida, che l’Inter terminò al sesto posto. Mancini vuole però di più dalla sua squadra, a partire dal match col Chievo del prossimo weekend.

Contro la squadra veneta, d’altronde, Mancini conta anche sulle statistiche, visto che può vantare un ruolino di marcia più che positivo contro i gialloblù: sono infatti nove i risultati utili consecutivi, frutto di 5 vittorie e 4 pareggi. E le ultime quattro vittorie contro il Chievo le ha conquistate proprio durante la sua prima esperienza all’Inter.

FONTEgoal.com