Mancini: “Tanti giovani ma nei prossimi anni torneremo a vincere”

E’ tempo di vigilia, e di conferenze stampa, per Roberto Mancini. Dopo la pesante sconfitta con l’Udinese, l’Inter riparte dall’Azerbaijan, per l’ultima sfida del girone eliminatorio d’Europa League. A Baku, un’Inter ridimensioanta e piena di giovani sfiderà il Qarabag forte di una qualificazione ai sedicesimi e un primo posto già raggiunti.

Queste le parole del Mancio in conferenza stampa: “Domani faremo la nostra partita e cercheremo di vincerla. Non importa la squadra con cui giochiamo, noi siamo qui per vincere. Ho studiato il Qarabag, ha un attacco forte. Aver lavorato in Turchia puoi aiutarmi? La Turchia non c’entra. Del Qarabag ho buone recensioni, sono venuto qui per vincere. Obiettivi? Attualmente siamo dodicesimi e cerchiamo di tornare in alto. Inter del 2010? La differenza è che la squadra attuale è composta da giovani. Ora è difficile essere campioni, nel 2010 è stato più facile. C’è da lavorare ma potremo tornare a vincere nei prossimi anni. Inter con 9 difensori e 4 centrocampisti? Non significa che ci difenderemo, siamo venuti qui per vincere. Il Qarabag è una squadra molto buona, credo che domani sarà una partita molto interessante. Ha la possibilità di qualificarsi, daranno il massimo”

Mancini ha poi escluso che la sconfitta contro l’Udinese abbia radici di natura fisica: “Non credo che sia dipeso da un fattore fisico. Problemi in attacco? No, il nostro attacco è forte. Se ho parlato alla squadra dopo l’Udinese? Certamente, ho detto loro quelli che secondo me sono stati i loro errori. Contro l’Udinese non abbiamo fatto una buona partita. Stiamo lavorando per cambiare le cose”

 

 

FONTEfcinter1908.it