Mancini: Stramaccioni è la rivelazione dell’anno

APPIANO GENTILE – Grazie alla vittoria di giovedì a Belgrado Andrea Stramaccioni ha superato il record di vittorie consecutive in trasferta stabilito dall’Inter di Mancini (9) nel 2006-07, mentre stasera a Bergamo il tecnico romano può fare un altro passo verso il primato di successi di fila (13 a San Siro e fuori casa nel 2007-08) del collega di Jesi. In attesa di sapere se Strama riscriverà un’altra pagina del libro dei record nerazzurri, da Manchester il Mancio gli ha voluto dedicare un pensiero per complimentarsi con lui. «mi fa piacere che Stramaccioni abbia battuto il mio record – ha affermato il tecnico dei Citizens che domani ospiterà il Tottenham – perché è bravo. In questo inizio di stagione ha dimostrato di lavorare bene e i risultati gli stanno dando ragione».
EMERGENTE – Dopo aver sfiorato l’Inter da calciatore, Mancini è arrivato sulla panchina nerazzurra alla soglia dei 40 anni dopo le esperienze alla Fiorentina e alla Lazio. Anche lui, come Stramaccioni, non ha fatto la gavetta nelle serie minori e al termine della brillante carriera da giocatore, ha subito iniziato ad allenare in Serie A. La diffidenza di alcuni addetti ai lavori con la quale Strama ha dovuto fare i conti fin dallo scorso marzo, dunque, il Mancio la conosce bene. «È un giovane emergente che ha fatto della sua Inter la squadra rivelazione di questa prima parte di campionato. In pochi si aspettavano che i nerazzurri sarebbero partiti così bene dopo tutti i cambiamenti fatti sul mercato. Buona parte del merito è del lavoro dell’allenatore che ha dato un gioco alla squadra. Gli auguro di andare avanti su questa strada, di battere altri record, ma soprattutto di togliersi altre soddisfazioni alla fine della stagione perché se le meritano sia lui che l’Inter».

Fonte: Corriere dello Sport