Mancini punta tutto su Felipe Melo

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport evidenzia l’importanza di Felipe Melo, che nella gara di questa sera potrebbe risultare un uomo fondamentale per Roberto Mancini, rimasto a corto di centrocampisti. Il centrocampista brasiliano ha voglia di riprendersi l’Inter dopo qualche uscita a vuoto ed ha la possibilità di farlo in una serata molto particolare per i colori nerazzurri: in tribuna ci saranno Mourinho e Ronaldo ad osservarlo:

ALTRA PASTA – “E poi c’è che il comandante può mettersi a scrivere una nuova storia. Dove eravamo rimasti con Felipe Melo? Alle strambate contro la Lazio, alla nottata difficile contro la Juventus in Coppa Italia, al troppo nervosismo nel 3-3 contro il Verona, lunch-match di un’Inter presa a testate e di un Melo apparso meno fiducioso (in se stesso) di un tempo. E pure il brasiliano sa essere di un’altra pasta: se ha vinto in passato  è perché ha saputo mostrare il suo dna da trascinatore, quello per il quale Mancini lo ha voluto con sé”.

LO SCREZIO – “Ieri, in allenamento, Felipe Melo ha mostrato i cingoli: contrasti, suggerimenti, anche una scintilla con Ljajic, una di quelle accensioni tipiche di ogni allenamento poi spentasi subito”.

UNA NUOVA STORIA – “Ecco: adesso Felipe Melo dovrà – e vorrà – scrivere una nuova storia soprattutto per dimostrarsi quello di inizio campionato, un giocatore che in poche partite era diventato idolo e che riuscì anche a segnare un gol, al Verona, con tanto di bacio alla moglie seduta nei nuovi box a bordocampo. Nella sua… agenda, adesso, il brasiliano ha l’idea di inchiodarsi all’Inter. «Ho voluto fortemente questa squadra e qui voglio restare» ha detto recentemente Melo ricordando anche il biennale firmato decurtandosi lo stipendio che percepiva al Galatasaray. Ecco, da questa sera può partire una nuova storia nerazzurra”.

MI VOLEVA MOU –  “La coincidenza, poi, vuole che stasera ci sia anche Mou a guardarlo. «Quando ero alla Fiorentina – raccontò una volta Felipe Melo – Mou mi voleva fortemente all’Inter. Ci fu anche un pre contratto, poi la trattativa non è andata in porto anche se non so perché». Stasera, altri… perché in gioco”.

FONTEfcinter1908.it