Mancini polemico dopo Inter-Juventus: “Forse non capisco di calcio…”

Alla fine è finita nel modo che forse ci aspettavamo di meno: Inter e Juventus non si sono fatte male ed hanno prodotto uno scialbo 0-0 che ben poco si addice ad una sfida del calibro di quella tra i nerazzurri ed i bianconeri, con i primi che agguantano la Roma al secondo posto.

Roberto Mancini spiega i motivi dell’utilizzo di un nuovo modulo, il 4-2-3-1, come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’: “Abbiamo commesso degli errori che potevano costarci caro, loro avevano tre centrocampisti centrali e aggredirli non era semplice. Ho scelto questo schieramento perché pensavo che i tagli di Perisic e Brozovic potessero essere efficaci, aspetto che Biabiany ritrovi la migliore condizione”.

Il tecnico jesino dimostra di essere un pò polemico a caldo: “E’ dall’inizio del campionato che ci vengono fatte delle critiche, addirittura anche dopo le prime cinque vittorie consecutive: forse sono io che di calcio capisco poco o nulla”.

Un appunto anche sulla gara del rientrante Stevan Jovetic e sull’esclusione di Kondogbia: “Si è allenato soltanto tre giorni con noi dopo non esser stato al meglio, questa è stata comunque la migliore gara da quando è con noi. Quella di Geoffrey non è una bocciatura, anche Pogba in passato è rimasto qualche volta in panchina”.

La classifica dei nerazzurri resta comunque importante: “Dobbiamo ancora migliorare, credo che lì in alto possiamo starci tranquillamente. Le favorite per lo Scudetto sono la Fiorentina che è prima, oltre a Roma e Napoli: la Juventus rientrerà. Sponsor? Etihad è un grande marchio ma noi abbiamo Pirelli da ormai tanti anni, sono cose che non mi competono”.