Mancini: “Linpeng? Molto interessante”

Finita la tournée cinese dell’Inter. Tre sconfitte su tre gare disputate. Due k.o di misura contro Bayern Monaco e Milan, poi il 3-0 di ieri contro il Real Madrid. E’ solamente calcio d’estate, certo, ma i risultati non alzano il morale di una truppa che deve riscattarsi dopo una stagione sottotono. Un dato che balza all’occhio è quello dei gol fatti: zero. Nonostante Mauro Icardi al centro dell’attacco, Re dei cannonieri insieme a Luca Toni la scorsa stagione, la tournée non ha regalato gioie ai tifosi nerazzurri made in Cina: “Nessun gol? Non sono preoccupato, perché sono sicuro che quando conterà, l’Inter ci sarà”. E l’aiuto di Jovetic sarà importante: “Un attaccante diverso da Icardi e Palacio e sarà una pedina importante per noi. Sono sicuro del nostro futuro e del campionato, noi abbiamo giocatori che possono giocare per il titolo”.

MADE IN CINA – Poi un nome, quello di Linpeng Zhang, difensore centrale del Guangzhou Evergrande, punto fermo della nazionale cinese. Definito il Sergio Ramos di Cina, ha colpito Roberto Mancini: “E’ un giocatore interessante, vedremo nel futuro se potrà essere un ipotesi per noi”. Classe ’89, fisico importante, alto 185 cm, dotato di buona tecnica. Allenato anche da Marcello Lippi e Fabio Cannavaro, ha colpito l’ex Ct della Nazionale Campione del Mondo, che tempo fa disse di lui: “Lui e altri tre-quattro giocatori del Guangzhou potrebbero tranquillamente giocare in Europa”. Il contratto scade nel 2020, tempo fa per cederlo il Guangzhou chiese 8 milioni di euro. Ma con l’investitura di un vecchio Campione del Mondo, l’Europa è più vicina.