Mancini: “L’atteggiamento mi è piaciuto. Un nuovo arrivo? Magari in prestito e lo paghiamo in 2-3 anni”

Al termine della partita contro il Paris Saint-Germain, Roberto Mancini, allenatore dell’Inter, traccia un bilancio dell’incontro e più in generale di queste prime settimane da nuovo allenatore dell’Inter nella zona mista del Grand Stade di Marrakech. Ecco le sue parole raccolte dall’inviato di FcInterNews.it in Marocco:

Come valuti quest’amichevole?
“Le amichevoli servono per fare esperimenti, recuperare giocatori. Ad esempio noi abbiamo recuperato Hernanes, che ho visto abbastanza bene per essere la prima. Poi alcuni giocatori hanno agito in posizioni diverse”.

Il 4-2-3-1 usato questa sera indica una strada precisa.
“Sì, è un’opzione che abbiamo”.

Primo tempo migliore del secondo, era inevitabile. 
“Abbiamo fatto cose buone, altre meno”.

Chi ti è piaciuto di più?
“Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, che è stato buono. Poi dopo un giorno di allenamento si possono avere difficoltà. Ci sono state cose buone e altre meno, ma va bene così”.

E cosa non ti è piaciuto, invece?
“Abbiamo concesso due-tre palle gol troppo semplici, queste sono cose da evitare”.

FcIN – Come si arriva alla partita con la Juventus?
“C’è ancora una settimana, riavremo tutti i giocatori a breve poi cominceremo a preparare questo match”.

Che effetto ti ha fatto rivedere Ibrahimovic?
“Bello, mi ha fatto piacere. Se ci ho parlato? Certo, l’ho salutato. Abbiamo passato bei momenti insieme, poi lui rimane un centravanti mica male”.

FcIN – Ci sarà la possibilità di avere il nuovo acquisto con la Juventus?
“Non lo so, vediamo. Magari lo prendiamo in prestito e lo paghiamo nei prossimi due-tre anni…” (Ride, ndr)

Si può provare il 4-2-3-1 anche non avendo gli interpreti?
“Ma Hernanes lo può fare, lo ha fatto abbastanza bene”.

Con un Palacio per Bonazzoli si può ripetere a Torino?
“Vediamo…”.

FONTEfcinternews.it