Mancini: “Kovacic resterà, per ora non c’è nulla. Perisic ci piace. Ibra? Lo riprenderei volentieri all’Inter”

Ai microfoni di Sky Sport, nello Speciale Calciomercato, interviene Roberto Mancini che commenta così la situazione dell’Inter appena entrata nel mercato estivo: “Perisic? Piace come a tante altre squadre. Il Wolfsburg non ha bisogno di cedere, anzi. Quella degli otto, nove giocatori era una battuta. Kovacic? Diventerà un campione.

Chiaro che ha ancora delle lacune, ma è migliorato molto e lo ha dimostrato. Al momento non c’è nulla, credo che resterà. L’anno prossimo l’Inter non sarà molto diversa, dipenderà dal mercato che non sarà semplice. Bisognerà essere bravi e fortunati nel trovare i giocatori giusti. Per la difesa abbiamo già preso Murillo e sicuramente ci rafforzerà, adesso è prematuro dire quello che sarà del mercato. Per il centrocampo i nomi sono quelli di cui si parla, vedremo come andrà a finire. Io penso che quest’anno le cose sono andate migliorando, purtroppo non sono arrivati i risultati per colpa di errori che li hanno compromessi. Vincendo, come potevamo, contro Juventus e Genoa, saremmo stati in vetta alla classifica parziale dell’ultima parte di campionato.

L’anno prossimo dobbiamo abbinare il gioco ai risultati. Non credo venderemo i nostri top player, non credo che si corra questo rischio. Noi vogliamo lottare per lo scudetto anche con la rosa attuale, abbiamo delle chance per farlo visti i miglioramenti e il precampionato alle porte. Derby con Miha? Sarà una cosa strana, ma mi fa piacere che lui sia andato al Milan. Credo che abbia l’esperienza giusta per un top club come il Milan. Ibra? Può fare la differenza anche oggi e lo riprenderei all’Inter. Di Shaqiri non mi sono pentito, i giocatori hanno bisogno di ambientarsi, serve tempo e questo influisce sulle prestazioni. Un ritorno di Moratti? Non saprei, il presidente è stato all’Inter per molti anni, ha vinto tutto, ma davvero non saprei. La nazionale italiana? È sempre un sogno, sarebbe un grande onore e se dovesse capitare sarei felice”.

FONTEfcinternews.it