Mancini in conferenza: “Vazquez ha simulato due volte. Ok in 10, Guarin…”

Al termine della gara del Renzo Barbera conclusasi 1-1, Roberto Mancini ha commentato così ai microfoni dei giornalisti presenti nella sala conferenze dell’impianto palermitano la gara contro i rosanero.

FcIN – Come valuta la prestazione di Guarin da esterno? Pensa che la coperta sulla fascia destra sia corta?
“Guarin non è un esterno di centrocampo, come anche Brozovic. Però questi due sono gli unici che possono fare quel ruolo in assenza di Biabiany”.

FcIN – Come giudica l’atteggiamento di Vazquez nell’azione che causa il rosso di Murillo e in quella sul finire del primo tempo poteva portare alla medesima sanzione per Kondogbia? 
“Ha simulato in entrambe le occasioni. Non si può far niente, la seconda ha condizionato il nostro ultimo quarto d’ora. Nonostante questo sono contento della nostra prestazione in 10 uomini, ma le sue simulazioni sono costate care”.

Perché questa squadra sembra aver giocato per vincere in 10 e non in undici uomini?
“Nel primo tempo siamo stati troppo lunghi e abbiamo concesso dei contropiede. Con Biabiany nel secondo tempo è cambiato tutto”.

Pesa a livello mentale l’assenza della vittoria?
“Tutte le squadre ci provano a vincere sempre, siamo dispiaciuti. Alla fine della gara, però, Sorrrentino è stato il loro migliore. Speriamo di ripartire da Bologna anche se sarà dura. Stiamo cercando la soluzione migliore per tornare alla vittoria, in definitiva è stata positiva come gara”.

Inter senza Icardi per scelta, può esistere?
“Può esistere come può esistere senza chiunque altro, sebbene lui rimanga il nostro centravanti titolare e come tutti gli attaccanti può vivere questi momenti. Deve solo stare tranquillo”.

Movimenti degli attaccanti?
“Si sono mossi male nella prima mezz’ora ed erano isolati in attacco e inutili in difesa. Quando Jovetic si abbassava fra le linee la squadra è andata meglio anche nel gioco”.

Icardi, che accade?
“E’ capitato a tutti i bomber un periodo così. Un giocatore può essere utile anche senza segnare e lui deve fare questo, anche se noi abbaimo bisogno dei suoi gol”.

E’ stato un Palermo troppo provinciale?
“Non credo. E’ una buona squadra con buoni giocatori e un buon allenatore, non credo sia una provinciale”.

Giudizio su Kondogbia?
“Meglio delle altre voltre, è stato sostituito solo per il giallo, come avrei sostituito per lo stesso motivo Murillo. L’ho visto molto meglio da centrale che mezzala”.

Cosa dice su Nagatomo?
“L’ho visto bene perché è sempre pronto. Ha fatto una buona gara, alla fine era stanco perché non aveva i novanta minuti nelle gambe”.