Mancini fondamentale per l’Inter. Da Melo a Kondogbia, il tecnico ha dato…

Riparte la Serie A e l’Inter si troverà di fronte il Frosinone. I nerazzurri sono primi in classifica insieme alla Fiorentina, tallonati da Roma e Napoli. Secondo il Corriere dello Sport quella di Mancini è stata una vera e propria rivoluzione: “Mancini voleva quel tipo di squadra, pur sapendo che avrebbe tradito la sua storia di giocatore. Prima della tecnica voleva forza; prima dei piedi buoni, pretendeva muscoli”.

Il tecnico ha scelto in prima persona Felipe Melo e Kondogbia per proteggere la difesa; ora vorrebbe Pirlo, ma il marchio della squadra è ormai chiaro. Finora nessun allenatore ha inciso quanto lui e i risultati lo premiano: primo posto, 10 punti in più rispetto alla passata stagione, 8 gol subiti in meno. Ha dato alla squadra una sicurezza che non aveva mettendo nello spogliatoio il suo carisma, le sue ambizioni. il gioco non si è visto e forse non si vedrà, ma lo spirito della squadra arriva dalla panchina.