Mancini fissa gli obiettivi dell’Inter: “Quest’anno in Europa League, l’anno prossimo lo Scudetto”

Il pareggio di Napoli ha aumentato l’autostima dell’Inter, il cui corso targato Roberto Mancini vuole essere ambizioso. Lo conferma il tecnico, che ribadisce di vedere i nerazzurri in grado di lottare per il campionato nel 2015/2016.

A margine del premio ‘Panchina d’Oro’, ecco le sue parole in scia con quanto dichiarato sabato in conferenza stampa: “Sì, l’anno prossimo saremo da Scudetto. Questa fiducia è dovuta a quello che stiamo facendo, la base è ottima. Vedo i ragazzi che stanno migliorando sempre di più, tutti stanno crescendo, l’anno prossimo puntiamo a lottare con Juve, Napoli e Roma”.

Tornando al presente, invece, Mancio accantona l’idea di agguantare il terzo posto: “Stiamo facendo il nostro lavoro, da qui alla fine ci sono ancora tre mesi, proveremo a entrare in Europa League. Le prossime 4 gare saranno indicative. Ho un contratto con l’Inter, ho iniziato un ottimo lavoro, bisogna continuare”.

Il ritorno ad Appiano dello jesino sembra iniziare a dare i frutti sperati: “Da quando sono arrivato la mentalità dell’Inter è migliorata tantissimo, è una squadra che non aspetta, che comunque anche nei momenti di difficoltà può lasciare degli spazi agli avversari ma cerca di giocare, di fare gioco: è fondamentale”.

Icardi, con un ‘cucchiaio’, ha evitato il ko al San Paolo confermandosi capocannoniere del campionato: “E’ molto migliorato in questi ultimi due mesi, è un giocatore fondamentale, anche perchè segna e segnerà sempre, diventerà sicuramente un grandissimo attaccante. Come Vialli? Hanno caratteristiche diverse, Vialli lavorava molto fuori area, però Mauro sta lavorando bene, sicuramente migliorerà. Vialli faceva un grande lavoro, arrivava alla fine della partita che distruggeva fisicamente gli avversari”.

All’orizzonte c’è l’ottavo d’andata di Europa League col Wolfsburg: “Ci attendono due partite molto difficili. Ho fatto i complimenti ai ragazzi per come hanno giocato la partita di ieri, non è facile giocare a Napoli, ci sono quindi ottimi presupposti già per la gara di giovedì. Sono contento a metà per il pareggio di Napoli, se avessimo avuto più attenzione nel finale potevamo sfruttare quel momento”.

Sulla corsa Scudetto Mancini non ha dubbi: “La Juventus credo sia la squadra più forte, vince da tre anni e probabilmente lo farà anche quest’anno. Credevo che Roma e Napoli potessero lottare fino alla fine, ma i bianconeri si stanno dimostrando ancora una volta la squadra più forte”.

Il tecnico dell’Inter, infine, dice la sua riguardo la consegna della ‘Panchina d’Oro’ da parte di Conte: “E’ giusto che abbia vinto lui, ma ho votato Montella per come gioca la sua Fiorentina”.

FONTEgoal.com