Mancini fa pretattica: “Scudetto? Juve, Roma e Napoli più attrezzate”

Dopo il derby vinto contro il Milan secondo appuntamento importante per l’Inter di Mancini, che a San Siro ospiterà la Fiorentina di Paulo Sousa, al secondo posto in classifica proprio dietro i nerazzurri. Il tecnico jesino è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match contro i vola.

Ancora una volta non vuole sentire parlare di una squadra prima ma con un ‘non-gioco’ e troppo poco disciplinata dal punto di vista comportamentale: “Sono sicuramente in grado di valutare se la mia squadra gioca bene o gioca male, se ci sono margini di miglioramento; non penso ci sia una squadra perfetta alla sesta giornata di campionato. Non direi che siamo brutti e cattivi: ad ogni modo spero che lo dicano ancora e che così andremo ancora più avanti in classifica. La squadra ha comunque la mentalità giusta. Il campionato è cominciato nel modo giusto solo perchè in campo abbiamo lottato e sofferto, dobbiamo continuare su questa falsariga“.

Chiaramente c’è invece grande rispetto per la squadra allenata da Paulo Sousa: “La Fiorentina è una squadra molto ben messa dal punto di vista offensivo, sono convinto che sarà una gara difficile da interpretare per entrambe le squadre. Per batterli sarà necessario stare molto attenti e sfruttare a dovere le occasioni da goal che dovremo creare. Tutti coloro che vengono all’Inter e che indossano la maglia nerazzurra sanno che ci sono delle pressioni conseguenti. Tutti sanno che le cose stanno andando bene ma che non bisogna fermarsi“.