Mancini e Thohir ci credono: Inter all’assalto di Touré e…

Prima il Derby, poi la Roma. L’Inter si gioca le residue speranze di qualificazione europea in sette giorni e lo farà con il presidente Thohir regolarmente presente sulle tribune di ‘San Siro’. Il magnate indonesiano, infatti, è atteso in Italia nella giornata di domenica e si tratterrà fino alla sfida contro i giallorossi.

Durante questi sette giorni, ovviamente, Thohir però non si limiterà al calcio giocato ma, come riportato da ‘Tuttosport’, incontrerà il Comune per la questione stadio e, soprattutto, terrà un vertice con il tecnico Mancini. Tema? Il mercato, naturalmente.

Nonostante le pessime previsioni finanziarie che parlano di un passivo di circa 80 milioni di euro al 30 giugno l’Inter, infatti, anche la prossima estate investirà pesantemente cercando di regalare al Mancio quel Yaya Touré chiamato a gran voce ormai da settimane e inviso a Manchester dove, dopo la recente scoppola subita nel Derby, i tifosi del City sembrano averlo definitivamente scaricato.

Il tutto senza tralasciare il capitolo rinnovi. Dopo qualche settimana di braccio di ferro, infatti, l’accordo con Icardi sarebbe finalmente in dirittura d’arrivo tanto che l’annuncio della firma fino al 2019 potrebbe essere dato dallo stesso Thohir nei prossimi giorni. L’argentino, alla fine, si terrà quindi per intero i diritti d’immagine e guadagnerà circa 2,6 milioni di euro netti più eventuali bonus.

Oltre al nome di Tourè, comunque, sul tavolo di Thohir e Mancini ce ne saranno anche molti altri: dal caso Handanovic, che potrebbe essere sostituito degnamente da Cech, a Dragovic, Vida, Lucas Leiva, Pedro, Jovetic e l’altro sogno Dybala. Ma per la Joya, come ammesso da Zamparini, al momento la Juventus sembra ancora davanti a tutti. Proprio come accade in classifica ormai da quattro anni.

FONTEgoal.com