Mancini in conferenza stampa: “Icardi? Mi interessa solo…”

Vigilia di campionato per l’Inter che dopo la vittoria casalinga sul Palermo deve ripetersi sul campo dell’Atalanta, per costruire la propria credibilità e per rimanere ancora in corsa per l’Europa.

Appena raggiunge la sala stampa Mancini ci tiene ad esprimere la propria opinione sulla partita di domani pomeriggio e su quella che di giovedì in Europa League: “In ogni partita tutto può succedere ma i giocatori ormai mi danno le garanzie necessarie. In questo momento per noi la gara più importante è quella contro l’Atalanta, non pensiamo a giovedì anche perché in quattro giorni tutti possono recuperare”.

Il tecnico poi si sofferma sulla situazione di Podolski: “Credo che sia partito molto bene, poi è calato. Penso sia una questione di condizione fisica”.

Mancini non abbandona il sogno Champions League e parla di probabile mercato estivo: “Finchè la matematica lo permette bisogna crederci, poi vedremo dove saremo tra 5-6 partite anche se per vedere la mia Inter ci vorrà ancora del tempo. Ora dobbiamo solo pensare alla partita di domani. Yaya Toure all’Inter? Sarebbe importante per il calcio italiano riportare in Serie A giocatori di questo calibro”.

Quindi si passa all’analisi degli avversari: “L’Atalanta è una squadra molto solida, concede pochissimo ed è compatta. Bergamo è un campo difficile. Ricordo la nostra ultima vittoria con goal di Balotelli. Ora non c’è un giocatore che può o non può dare la scossa, è tutta la squadra a poterlo fare”.

Il tecnico nerazzurro ci tiene a sottolineare l’importanza di un giocatore come Kovacic nell’Inter: “Kovacic ha grandissime qualità, migliora giorno dopo giorno. Per lui è solo una questione di tempo. 4-3-1-2 o 4-3-3? Non credo che cambi molto”.

Infine torna sull’argomento Icardi, croce e delizia in questo momento per i tifosi interisti: “E’ sempre tranquillo, e questo trovo che sia importante per un giocatore. Esultare? Segnare è la cosa più bella, ma se fa due goal ad ogni partita e non esulta per me va bene lo stesso”.

Fine dei conti? Sempre pazza Inter e solo un grido… amala! Appuntamento a domani pomeriggio ore 15.00 dallo stadio ‘Atleti azzurri d’Italia’.