Mancini chiede, Ausilio nega. Spreco Gnoukouri, Thohir non contento

L’incontro tra i due c’è stato: è avvenuto venerdì, lo stesso giorno della presentazione di Eder ad Appiano Gentile. Ausilio e Mancini si sono parlati, il confronto è durato meno di un’ora ed il tecnico jesino ha chiesto un altro rinforzo. O almeno ci ha provato. 

NECESSITA’ DI SECONDO PIANO – Un sos che però Piero Ausilio non ha accolto. L’ex tecnico del City ha evidenziato l’esigenza di portare a Milano un centrocampista, un uomo di qualità che aiutasse la squadra nella costruzione del gioco. Una necessità che il ds nerazzurro non ha ritenuto primaria, anche perché l’idea della società è quella di dare più spazio ad Assane Gnoukouri, giovane centrocampista che ben si è comportato le poche volte che è stato chiamato in causa.

CATTIVA GESTIONE – Thohir non ha apprezzato la gestione tecnica del ragazzo classe 1996, ritenuto patrimonio del club e messo ai margini del progetto senza alcun motivo, per dare spazio a chi nel corso della stagione non ha mai esaltato: Felipe Melo su tutti. Ever Banega è stato bloccato per giugno, ma fino ad allora Gnoukouri dovrà necessariamente trovare maggiore spazio, anche perché è stata la stessa società nerazzurra a bloccare il trasferimento del ragazzo al Genoa. Non farlo giocare per altri tre mesi sarebbe un inutile spreco.

FONTEcalciomercato.com