Mancini: “Balotelli vuole fare come Ibra, ma…”

Università Bocconi, Milano. Il docente, d’eccezione, è Roberto Mancini. Parla di tante cose, ma fra gli studenti s’insinua -come potrebbe essere altrimenti?- il tema-tormento Balotelli. Un po’ perché pochi lo conoscono come il Mancio. Un po’ perché era e rimane il riferimento per i giovani, nel calcio: nel bene e anche no. Un po’ perché da quando Mancini è all’Inter, si parla di Balotelli che potrebbe tornare, ma i tifosi -si sa- sono molto contrari.

Allora ecco Mancini. “Mario vorrebbe imitare Ibrahimovic, ma Zlatan ha qualche anno in più, ha accumulato un’esperienza, una qualità, una classe e una forza che Mario, nonostante giochi da tanti anni, deve ancora acquisire. Balotelli le possibilità le avrebbe e sicuramente erano straordinari insieme. Mario era giovane, ora pensa un po’ a troppe cose… Spero e mi auguro per lui che possa diventare come Ibrahimovic”. Poi sui giovani: “I giovani possono anche sbagliare, ma sicuramente lo fanno sempre in buona fede e dagli sbagli si diventa sempre persone migliori. Penso che i giovani siano il nostro futuro, io ho sempre il desiderio di aiutarli a crescere”.

FONTESport Mediaset