giovedì, Maggio 26, 2022
Home Notizie e Calciomercato Mancini approva l’idea Lucas. Peccato sia troppo caro…

Mancini approva l’idea Lucas. Peccato sia troppo caro…

21 anni, appena salito sul tetto del Brasile con il suo Cruzeiro. E’ un mediano, con un contratto fino al 2017 e una decina di occhi europei su di lui. E’ verdeoro il nuovo desiderio di calciomercato dell’Inter, a caccia di giovani disposti a sposare la Serie A senza spendere e andare contro UEFA e Fair Play.

Lucas Silva nel taccuino di Ausilio e Mancini per rinforzare il reparto e consegnare al neo tecnico nerazzurro un giocatore utile al suo 4-4-2. M’Vila, Medel, Kuzmanovic e poco più, l’Inter cerca gioventù e qualità insieme per poter inserire in mezzo un pizzico di freschezza in più.

Il giocatore è da tempo nel mirino di Ausilio, Mancini, che ha avuto modo di conoscere il lavoro da vero e proprio manager in terra inglese, più abituato alle trattative, ha accettato: non ci sono stati nuovi contatti nelle ultime settimane, ma l’agente ha confermato quelli passati.

Silva potrebbe lasciare il Cruzeiro già a gennaio, da Campione in carica. Tutto, ovviamente, dipenderà dalle offerte: la società verdeoro lo valuta 13 milioni, troppi per l’Inter, visto e considerando il doppio stipendio tecnico da pagare e i controlli dell’UEFA per il pesante bilancio in rosso delle ultime stagioni.

Impossibile dunque un assalto a gennaio, l’Inter dovrà sperare che le altre pretendenti, come il Real, virino su altri obiettivi, lasciando il giocatore in forza al Cruzeiro fino a giugno. A quel punto la Beneamata potrebbe sedersi ad un tavolo e discutere seriamente il suo passaggio.

Un trasferimento, come tutti gli altri in cui si sfonda il muro dei dieci milioni, difficile di questi tempi, complicato per quasi tutte le società italiane. Si gioca tra i se e i forse, aspettando gli altri. Non proprio la strategia migliore, ma la casa offre solo questo negli ultimi tempi.

Per quantro riguarda l’esterno tanto desiderato da Mancini, in pole c’è sempre Alessio Cerci, visto e considerando come Simeone possa darlo in prestito per farlo giocare qualche mese. Il granata spinge per la cessione e ha già confessato il proprio fastidio per la panchina continua. Prestiti, giocatori in scadenza o trattative all’ultimo secondo. In Italia va così.

FONTEgoal.com