Mancini alimenta il sogno Tourè: “Dipende da lui”

L’Inter culla il ‘colpo da novanta’ per giugno, lo conferma anche Roberto Mancini. Il tecnico lancia messaggi d’amore a Yaya Tourè, considerato l’oggetto del desiderio in grado di far compiere il salto di qualità ai nerazzurri.

L’ivoriano del Manchester City gode della stima infinita da parte dello jesino, il quale a ‘Sky’ non fa nulla per nascondere la suggestione: “E’ uno dei migliori al mondo, ma gioca al City e molto dipende da lui, dal fatto se vorrà fare un’esperienza in Italia dopo aver giocato nei principali tornei d’Europa. Sarebbe un bene anche per il calcio italiano se arrivasse”.

Peccato che l’ingaggio rappresenti un ostacolo per nulla semplice da superare: come ricorda il ‘Corriere dello Sport’ Tourè percepisce 8,5 milioni più bonus ed è legato ai Citizens fino al 2017, per arrivare all’Inter dovrebbe ridurre notevolmente le pretese ma il suo stipendio resterebbe comunque ben sopra il tetto salariale della rosa del Mancio.

Ma i sogni vanno coltivati, magari accompagnati dalla realtà. Quella si chiama Gary Medel, ‘stantuffo’ imprescindibile nella mediana nerazzurra: il cileno si sta rivelando preziosissimo, giustificando gli 8 milioni (pagabili in 3 anni, più uno di bonus) spesi per rilevarlo dal Cardiff in estate.

Mancini è consapevole che il ‘Pitbull’ fornisce equilibrio e sostanza alla zona nevralgica, immaginarlo al fianco di Tourè non può che essere intrigante.

FONTEgoal.com