Mancini: “4-5 vanno via, in arrivo altri colpi. Trattative lunghe…”

Roberto Mancini, al termine di Inter-Carpi, ha parlato ai giornalisti presenti: “Sono soddisfatto del lavoro fatto in questi 11 giorni, hanno lavorato con grande impegno, abbiamo lavorato su tutto. Hanno fatto cose buone, altre un po’ meno. Credo che sia abbastanza normale”.

DIMARCO ZUKANOVIC FATTO IN CASA? UN ALTRO COME ZUKANOVIC SERVE?

“Serviva, mi sembra che sia andato in un’altra squadra (ride ndr)”. Adesso abbiamo Dimarco, è l’unico mancino che abbiamo. E’ un ragazzo giovane, che ha buone qualità. Ovviamente deve crescere. Ha superato Santon e Nagatomo? Solo perché è mancino e ovviamente si trova meglio lì. Poi chi sarà più in forma giocherà di più”

QUANTO BISOGNERA’ ASPETTARE PER UN ATTACCANTE?

“Le trattative sono un po’ difficili a volte. Una squadra forte che si priva di un giocatore forte deve prima prenderne un altro dello stesso livello quindi a volte si dilungano”

PERISIC PER IL 18?

“Di settembre? (ride ndr). Non so quando, se arriverà. Ma comunque non verranno in Cina i giocatori che arriveranno dopo per una questione di visti”.

CHE IDEA TI SEI FATTO DI QUESTA SQUADRA?

“Abbiamo lavorato bene, ci sono anche 30 giorni di lavoro. Ora andremo in Cina, un po’ di lavoro lo disperderemo. Poi torneremo qui. Poi bisognerà vedere come si concluderà la campagna acquisti”.

SERVONO UN PAIO DI GIOCATORI DI GRANDE PERSONALITA’?

“La società sta lavorando e ha lavorato bene fino ad oggi. Sta lavorando e credo che alla fine arriveranno”

KONDOGBIA?

“E’ un giocatore molto bravo, è giovane, deve imparare tanto. Può migliorare molto, credo che abbia cambiato metodo di preparazione, quindi ha fatto un po’ di fatica, ha fatto vedere cose buone”

QUALCHE TAGLIO IN VISTA DELLA CINA?

“Adesso vediamo, credo che alla fine andremo tutti. A meno che qualcuno vada via. Poi per me è abbastanza difficile, sono tutti giocatori che hanno lavorato benissimo ma questa lista di 25 impone che 4-5 debbano cambiare squadra, con dispiacere. Purtroppo è così”

KOVACIC REGISTA?

“Era la prima partita. Deve trovare la posizione migliore, movimenti migliori. Discreta partita. Può essere il suo futuro? Non lo so, dipende da lui. Ha le qualità per giocare lì, anche più avanti. Ma un giocatore che gioca lì deve sbagliare pochi palloni e ne recupera tanti. Deve crescere ma può farcela. Può giocare lì Gnoukouri? C’ha sempre giocato”.