Titolare al posto di Mbappè, non al meglio. Mauro Icardi, nella semifinale di ritorno di Champions League, ha avuto la possibilità di dare una reale svolta alla sua carriera europea. Scelto come punta centrale in quel di Manchester, l’ex Inter ha però ampiamente deluso le attese dei tifosi parigini.

Una gara da dimenticare per Icardi, fuori dal gioco, mai pericoloso e in attesa di palloni mai arrivati dalle sue parti. In un PSG ingabbiato dalla tattica di Guardiola e dalla qualità dei suoi interpreti, l’elemento che ha faticato di più è stato proprio l’argentino, anche piuttosto immobile e senza mai cercare di andare a raccogliere la sfera.

Basti pensare che nel primo tempo di Manchester City-PSG, Icardi ha toccato solamente 13 palloni: nessuno, nemmeno i portieri, hanno giocato meno palloni. Un dato che fotografa chiaramente la sua prestazione, per nulla migliorata nella ripresa.

Nella prima parte del secondo tempo, infatti, Icardi ha avuto grosse incomprensioni con il resto dei compagni, sbagliando scambi e scatti in avanti. Qualcosa che non ha ovviamente lasciando indifferente Pochettino, dopo una conferma post intervallo.

La gara di Icardi si è così conclusa al minuto 62: è stato Moise Kean a subentrare al posto dell’attaccante sudamericano, scuro in volto nel tornare in panchina. Il tutto, a pochi istanti dal raddoppio del Manchester City, in pieno possesso di gara e qualificazione.

Una stagione europea che per Icardi si chiude nel peggiore dei modi, nata sotto una cattiva stella sin dall’inizio: ha saltato tutta la fase a gironi per il problema al ginocchio che si trascinava da mesi, ma ha guardato correre i compagni anche contro il Bayern per un problema alla coscia. In più, nell’andata contro il Manchester City, Pochettino ha deciso di non affidarsi a lui, lasciandolo in panchina.

Le uniche apparizioni europee nel 2020/2021 sono quelle degli ottavi, contro il Barcellona. Due gare da titolare, un assist nell’1-1 al ritorno, poco movimento, palloni toccati al minimo. Si chiude con zero reti, dunque, la Champions League di Icardi.

L’ultima realizzazione in Champions risale oramai a dicembre 2019, contro il Galatasaray: dovrà attendere quasi due anni, nel migliore dei casi, per ritrovare il goal nella prossima annata. Chissà se ancora in maglia PSG: valutazioni del caso e futuro da scrivere. Dopo un’annata continentale senza se e senza ma: negativa.

FONTEgoal.com