Maicon giura fedeltà all’Inter

“Mai pensato di andare via dall’Inter”. Un chiarimento firmato Maicon. Meglio tardi che mai, anche se il mercato si è chiuso oltre un mese fa e tra i tanti pettegolezzi quest’estate è girata spesso anche la possibile partenza del brasiliano dall’Inter. Il terzino brasiliano lo ha detto a Inter Channel. E meglio farlo in questo momento di difficoltà per i nerazzurri.
“C’è stato chi ha detto che andrò via dall’Inter, parole di un agente che non è il mio agente, mentre l’unica persona che può parlare di me e che mi può rappresentare è Roberto Calenda, che è il mio procuratore”. Sottolineando: “Non c’è niente di vero che mi riguardi in chiave mercato: sto lavorando per tornare a dare il mio contributo e basta. Non ho mai pensato di andare via. Non è vero che me ne volevo andare. Dopo il Triplete sono andato al Mondiale, quindi in vacanza, per poi tornare a fare il mio lavoro qui, con l’Inter, squadra nella quale sono felice. Ma ogni volta escono delle cose che non vanno bene, che non sono vere. Io qui sono felice”.
“Non vedevo l’ora di tornare dopo l’infortunio. In campo – spiega Maicon – io mi diverto sempre, tantissimo, e non poter giocare invece è una sofferenza. Cerco sempre di dare il mio contributo, per il bene della squadra, mi fa un grandissimo piacere. Tutto quello che fa parte del mondo del calcio mi piace tantissimo: stare in ritiro con i compagni, scherzare, conoscerci, sono momenti unici. Siamo una rosa con tante qualità, in tutti i sensi”. Al brasiliano è stato chiesto quale tra i compagni l’ha più impressionato in questi anni: “Capitan Zanetti – risponde – perché con il suo fisico, con le sue qualità, con l’aiuto che dà alla squadra, è veramente unico. È una persona che dà davvero qualcosa in più”.
Qual è la partita che ricorda con maggior piacere? “Quell’Inter-Juve (del 16 marzo 2010, ndr) in cui ho segnato. Mi ricorderò per sempre quella partita, per il gol che ho fatto e per quella che era la situazione in campionato. Indimenticabile”.
Il brasiliano ha poi parlato di Jonathan: “È un bravo giocatore, mi piace. Se c’è concorrenza tra noi? Io dico solo che cercherò di fare sempre il mio lavoro al meglio, per cercare di essere titolare, poi ovviamente deciderà il mister”. E a decidere c’è Claudio Ranieri, sul quale Maicon dice: “È un grande allenatore, lo pensavo già quando allenava le altre squadre. Se mi piace Christian Damiano come tattico? Sì, mi piace”. A proposito di tecnici Maicon smentisce le indiscrezioni su presunti problemi nei rapporti con Leonardo: “Nulla di vero, sono sempre andato d’accordo con tutti gli allenatori che ho avuto”. Con tutti, ma in particolare con Josè Mourinho: “Seguirlo? Io sto bene a Milano, gioco in una grande squadra. Faccio i complimenti a Mourinho per quello che ha fatto qui, però io faccio la mia carriera, ognuno fa la sua”.

fonte: Gazzetta.it