Maggio è il mese delle scelte

Un mese, quattro partite e poi sarà il momento delle scelte definitive. In questo periodo Andrea Stramaccioni, se davvero come afferma lo stesso allenatore, Massimo Moratti non ha ancora deciso cosa fare per la prossima stagione, deve provare a guadagnarsi la riconferma. Certo il calendario non pare agevole. Due trasferte: al San Paolo contro un Napoli che pare di un altro livello e a Marassi contro un Genoa alla disperata ricerca di punti salvezza. A San Siro, invece, si presenteranno i rivali diretti nella corsa per entrare in Europa League: Udinese e Lazio. Qualche tifoso preferirebbe evitare quella che viene vista come la scocciatura del giovedì, ma ovviamente in Corso Vittorio Emanuele pensano invece che sia importante giocare nelle competizioni internazionali. Nel frattempo la squadra perde pezzi. Indice della situazione il fatto che domenica sera la fascia da capitano sarà sul braccio di Andrea Ranocchia, in nerazzurro da due stagioni e mezza. Nella bufera è anche difficile identificare un’alternativa valida a Stramaccioni: Blanc, Mihajlovic, Zeman, Zenga e Spalletti sono stati accostati all’Inter. Nelle ultime ore è spuntata la clamorosa voce di un contatto con Massimiliano Allegri. Nel frattempo impazzano già le voci del mercato giocatori. Il reparto che dovrebbe subire il maggior rinnovamento pare essere il centrocampo. L’elenco dei possibili addii è lungo: da Silvestre a Schelotto, da Jonathan fino ad arrivare persino a Samuel. Anche Antonio Cassano sembra pronto a fare le valigie. Possibile destinazione: il Monaco, attualmente allenato da Claudio Ranieri ma che pensa a Rafa Benitez.

Fonte: tuttomercatoweb.com