Lucas in crisi, ci riprova l’Inter

Lucas come Pastore. A Parigi sono in molti a fare il paragone. Proprio come il talento argentino ex Palermo, pagato nel 2011 oltre 40 milioni di euro, anche il baby brasiliano è stato strappato alla concorrenza a suon di milioni, senza riuscire a convincere e a giustificare l’investimento. Leonardo per strapparlo lo scorso inverno al San Paolo ha dovuto alzare l’offerta fino a 42 milioni di euro, soldi mal spesi, almeno a vedere quello che ha combinato Lucas sul campo. Da gennaio ha giocato 20 partite segnando solo due gol e in questa stagione è poco più che un oggetto misterioso con 8 presenze in campionato, solo 4 di queste da titolare.

“C’est un problème”, è un problema, ripetono in Francia. Con l’arrivo di Blanc sulla panchina e quello di Cavani a rinforzare l’attacco, Lucas si è perso, spento, tanto che qualche maligno è convinto che non abbia carattere e attributi per giocare in una big. Il diretto interessato non commenta, continua a lavorare a testa bassa, ma teme di perdere il treno per il Mondiale se continuerà a non trovare spazio nel PSG. Il mercato di gennaio potrebbe essere la salvezza: Lucas ha un costo proibitivo, ma rispetto ad un anno fa il suo cartellino si è svalutato, per questo motivo Inter e Arsenal ci stanno facendo un pensierino. E l’arrivo (probabile) di Leonardo alla corte di Thohir potrebbe aprire scenari interessanti.

Fonte: calciomercato.com