Lo scandaloso caso delle tessere del tifoso non censite

Un nostro lettore ci ha fatto presente un problema riguardo la sua tessera del tifoso dell’Inter, tessera che risulta “non censita” dal CEN. Sembra che questo non sia un caso isolato, sono in tanti ad avere lo stesso problema, e questo ha come conseguenza il fatto di non poter assistere alle partite della propria squadra in trasferta. La situazione di disagio va avanti da alcuni mesi e non è ancora stata trovata una soluzione. I diretti interessati per porvi rimedio si sono rivolti al Centro di Coordinamento, alla BPM e al CED, senza risultati, pare che nessuno sappia niente. Facendo qualche ricerca in rete viene fuori che questo non è un problema che riguarda le sole tessere del tifoso interista, ma anche le tessere dei tifosi di altre squadre. La colpa di questa situazione caotica (sempre sulla base di notizie reperite su internet) sarebbe da attribuire al Ministero degli Interni che una volta entrato in possesso dei dati inviati dalle società di calcio, nel processo della ridigitazione, ha commesso qualche errore.

Per ovviare al problema c’è una sola e apparente possibilità: far scendere in campo le Società delle varie squadre interessate e invischiate nel “mistero” della tessera del tifoso. Una voce che aiuti l’abbonato in ciò che era partita come un’iniziativa per difendere lo sport più bello del mondo, ma che come in questi casi, invece, si dimostra parecchio inefficace. Tutti i tifosi hanno diritto alla trasferta, ecco perché la mobilitazione societaria è assolutamente non evitabile: al nostro lettore che ci ha scritto e a tutti gli interessati, suggeriamo una raccolta di testimonianze e firme di tutti i casi in cui la tessera del tifoso presenti questo problema. Una volta fatto questo, spedire il tutto agli uffici generali delle Società e – purtroppo – rimanere ad attendere una risposta. Vi aggiorneremo sugli sviluppi.

 

Raffaella Loscialpo