Livaja, Longo, Icardi e Milito: ecco il futuro dell’attacco interista

Un patto già stabilito. Marko Livajagiocherà con l’Atalanta anche il prossimo anno. Un talento del futuro su cui l’Inter punta a occhi chiusi: tra Europa League e qualche scampolo in campionato ha dimostrato di valere il nerazzurro, Bergamo può essere la realtà ideale per trovare spazio e farsi le ossa. E nell’affare Schelotto, è stato appunto stabilito che Livaja – passato per metà del cartellino all’Atalanta – resterà alla corte di Colantuono anche nel 2013/2014. Rinnovo automatico della comproprietà, a giugno 2014 poi si valuterà come agire e se riportare a casa Livaja. Ma perché questa mossa?

‘Colpa’ di un intrigo che vede protagoniste le altre punte già presenti o potenziali per l’Inter della prossima stagione. Il primo obiettivo, al di là dei sogni Dzeko e Damiao da inseguire eventualmente più avanti (ma dire che è durissima è riduttivo…), è Mauro Icardi. Ci sono contatti in corso, si deve chiudere in questo mese per evitare blitz del Napoli o di altre società che hanno già tentato di definire tutto con la Sampdoria, senza poi trovare l’intesa con l’entourage di Maurito. L’idea dell’Inter, quindi, sarebbe di inserire Icardi nel pacchetto offensivo del prossimo anno, con Diego Milito come partner o alternativa. A meno che non decida lui, Diego, di non spalmare l’ingaggio e quindi di tornare eventualmente in Argentina. Ma il Principe è ancora nei piani dell’Inter. Come Icardi tra gli obiettivi. Insomma, presente e futuro che si integrano, con Livaja che intanto cresce a Bergamo invece di scaldare la panchina a Milano. Anche perché Denis potrebbe lasciare l’Atalanta in estate, in quel caso le porte nerazzurre (ma della Dea) si spalancherebbero per Marko ancor di più.

Samuele Longo? Anche lui rientrerà in questo giro. Il prestito all’Espanyol non verrà prolungato, Longo tornerà in Italia. Samuele potrebbe essere parte del pacchetto offensivo, valuterà tutto la società con l’allenatore anche insieme al ragazzo, dato che in questi mesi ci si aspettava potesse trovare più spazio in Catalogna e forse ha ancora bisogno di esperienza. Possibile quindi che diventi una delle possibili pedine di scambio da inserire nell’affare con la Sampdoria proprio per Icardi, magari in prestito o per metà del cartellino. Tutte soluzioni sondate e da valutare, per adesso idee, ma presto si farà sul serio. Le basi sono state poste, poi bisognerà concretizzare tutto. Il tempo c’è, ma non va perso: l’attacco del futuro è ancora da completare…

Fonte: Fcinternews.it