L’Inter ha convinto anche Moratti: “Scudetto? E’ presto, ma ci si può pensare”

Non è stata forse la migliore Inter possibile quella vista domenica sera a San Siro, ma è stata certamente pratica nel vincere per 1-0 il derby contro il Milan. E’ ciò che contava, per guadagnare ulteriore morale e consapevolezza dei propri mezzi, nonché conservare la vetta solitaria della classifica. L’Inter è l’unica squadra rimasta a punteggio pieno dopo tre giornate, a 2 punti dalla Roma, 6 dal Milan, 7 dal Napoli e, udite udite, ben 8 dalla Juventus campione in carica.

Certo, a parte quello del Milan, i distacchi sono soprattutto frutto della partenza col freno a mano tirato delle altre pretendenti allo Scudetto, ma senza dubbio l’inizio di campionato dell’Inter fa sì che la squadra di Roberto Mancini sia quanto mai credibile nella corsa al titolo.

E di questa credibilità se ne è convinto anche l’ex presidente nerazzurro Massimo Moratti… “E’ stata una vittoria bellissima – ha commentato Moratti, intervistato da ‘TeleLombardia’ – La squadra gioca bene, tenendo conto delle difficoltà di far giocare insieme tutti i nuovi, che sono comunque tutti buoni. Anche Alex Telles e Felipe Melo, ad esempio, alla fine hanno fatto molto bene. Una bella soddisfazione“.

C’è ancora tanta strada da fare, ma partire tanto bene fa ben sperare anche Moratti… “Ora la squadra è prima – ha proseguito l’ex patron nerazzurro – e credo che con pazienza e attenzione si possa arrivare a quelli che erano gli obiettivi, cioè entrare la Champions League. E col campionato italiano si può arrivare a qualcosa di più importante. Dire Scudetto adesso è inutile, ma ci si può pensare. Se mi aspettavo di vincere contro il Milan? Sì, me l’aspettavo, mi sembrava che i ragazzi avessero una carica speciale“.