L’Inter cerca la pace, la Juventus ci prova: scambio Guarin-Vucinic, atto II

Prove di pace tra Juventus e Inter. Dopo comunicati, conferenza stampa e bordate di ogni genere, le due società sono pronte a chiarirsi. E, nello specifico, lo faranno Andrea Agnelli ed Erick Thohir, massimi esponenti dirigenziali sull’asse Torino-Milano Località segreta, i bene informati dicono che sicuramente questo summit non si terrà in terra meneghina: ormai il tempo degli scatti fotografici e delle riprese televisive è finito.

E se i nerazzurri tenteranno nuovamente l’assalto a Mirko Vucinic (’83), proponendo un prestito oneroso con “obbligo” di riscatto mediante gentlemen’s agreement, i bianconeri proveranno a riaprire il discorso relativo a Fredy Guarin (’86). Le intenzioni dei due calciatori sono chiare: vogliono sposare rispettivamente le cause di Mazzarri e Conte. Pensiero, ovviamente, alimentato dai procuratori.

Il colombiano, non convocato per la partita casalinga contro il Catania, vive ore di spasmodica attesa nel milanese, mentre il montenegrino si gode l’affetto dei cari e degli amici in terra salentina. Golf, relax e cellulare costantemente monitorato, pronto per rientrare in serata a Torino per riprendere gli allenamenti in quel di Vinovo.

Lo scambio non è andato in porto, complice il malcontento nerazzurro, ma al vaglio ci sono nuove modalità. In corso Galileo Ferraris, qualora l’incontro tra Agnelli e Thohir fornisse segnali positivi, potrebbero impostare un discorso – vedi Vucinic – sul prestito oneroso con “obbligo” di riscatto, appunto, mediante gentlemen’s agreement. Altra settimana di passione? A breve il verdetto. Prima di tutto, però, l’incontro Agnelli-Thohir.

Fonte: goal.com