l’Inter batte la Roma 1-0 e si porta in testa alla classifica

Ore 20.45 inizia il big match tra  Inter e Roma, una partita importante ai fini della classifica, ed essenziale per l’Inter per dimostrare di essere davvero una squadra che può competere con le grandi nel campionato di quest’anno.

Tante le aspettative per entrambe le squadre, tante le pressioni sui nerazzurri, “colpevoli” di esser stati troppo faziosi nelle ultime partite, e di aver mostrato un gioco né brillante né esaltante.

Il match inizia in maniera equilibrata, le due squadre si studiano e non si sbilanciano.

Nei minuti iniziali diverse  occasioni sia da una parte che dall’altra, da segnalare il colpo di testa di Salah che finisce alto, al settimo minuto, e un ottimo assist di Ljajic per Brozovic  al quindicesimo.

Esattamente 15’ dopo, l’Inter va in vantaggio, Gary Medel riceve palla da Jovetic e sblocca la partita, con un tiro da 25 metri che spiazza il portiere giallorosso.

Il primo tempo finisce così, e le squadre si recano negli spogliatoi sull’uno a zero, dopo un solo minuto di recupero.

Il secondo tempo inizia senza cambi per le due squadre, ma poi Medel è costretto ad uscire per problemi alla schiena, al 50’ al suo posto entra Kondogbia, standing ovation per il cileno.

La Roma non teme l’Inter e si rende pericolosa più volte, l’occasione più eclatante  al 60’, quando Salah si ritrova completamente solo in area di rigore, fortunatamente Handanovic si dimostra attentissimo e respinge più volte il tiro dell’egiziano dopo una serie rimpalli.

Un secondo tempo con un Inter più distratta e una Roma più aggressiva, ma al 72’ la situazione degenera per i giallorossi, fallo di mano di Pjanic, secondo giallo ed espulsione per lui, Roma in dieci.

L’Inter dopo l’espulsione, va più volte vicina al raddoppio, ma il secondo gol non arriva e la partita termina 1 a 0 dopo  5’ di recupero.

Era fondamentale in questa partita portare a casa i 3 punti, oltre che per la classifica, anche per il morale e la condizione psicologica della squadra che da una vittoria esce  sicuramente più forte e più motivata per affrontare al meglio le partite successive.

La vittoria è arrivata, forse contro ogni aspettativa,  chiaro segno che l’Inter quest’anno può  fare sul serio, e può davvero dire la sua.

Bisognerà adesso continuare a lavorare per giocare sempre meglio e con meno errori  il maggior numero di partite,  ma soprattutto cercando di mantenere una certa continuità nei risultati, che troppo spesso perdiamo strada facendo.