Leonardo: “L’Inter deve sistemare alcune cose ma ha grandi risorse. A Gabigol serve tempo”

Leonardo, ex tecnico dell’Inter, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di sportal.it, toccando temi riguardanti il calcio italiano, l’Inter e il suo connazionale Gabigol e la sua carriera da allenatore che sembrava dovesse ripartire proprio sulla panchina nerazzurra.

A giugno avevi detto che saresti tornato nel calcio da allenatore o dirigente e invece ti troviamo a Sky. Come mai questo cambio?
“Nessun cambio. C’erano situazioni in piedi, ne abbiamo parlato, ma non si è concretizzato nulla, forse anche per colpa mia. Sono diventato più esigente. A Sky avrò comunque un ruolo che mi farà studiare e toccherà prepararmi. Certo, se mi arriva una chiamata posso comunque svincolarmi. Ho tanta voglia di lavorare, ma voglio qualcosa di entusiasmante”.

Avevi rilasciato dichiarazioni al veleno, mi riferisco a: “I grandi giocatori non vogliono andare al Milan”. Perché? “È stata interpretata al veleno. Oggi l’Italia non è la scelta dei “top ten”. Non ho fatto polemiche sul Milan, hanno travisato. I vari Messi, Ibra, Cristiano Ronaldo vogliono giocare la Champions e fanno altre scelte. Anche perchè è un momento di transizione del calcio italiano, soprattutto economico. Una volta Van Basten e Matthaeus andavi e li prendevi. Con Galliani comunque siamo amici, mi ha fatto diventare giocatore, dirigente, allenatore. Sono grato a lui”.

Come vedi l’Inter di quest’anno l’Inter?
“Ha mostrato miglioramenti. La squadra si deve aggiustare, ci sono stati tanti cambiamenti ed è normale che si debbano sistemare alcune cose, ma ci sono grandi risorse economiche ed è importante”.

Cosa dobbiamo aspettarci da Gabigol? Molti lo definiscono il  nuovo Neymar…
“Ci vuole tempo. Il calcio italiano non è semplice. L’Inter si deve sistemare, lui  a bisogno di tempo per entrare in una grande concorrenza, perché in avanti l’Inter ha grandi giocatori. Piano piano troverà il suo spazio”.

FONTEfcinternews.it