Lavezzi caldo, ma il PSG chiede troppo

Aspettando Perisic, l’Inter si muove. Concretamente. Perché il muro del Wolfsburg continua ad essere alto e allora il direttore sportivo Piero Ausilio si è mosso su più tavoli in queste ore: in mattinata, incontro nel centro di Milano con gli agenti di Ezequiel Lavezzi.

Il Pocho è più di un’idea; l’accordo con il giocatore dal punto di vista economico non è un problema, attorno ai 3,5 milioni comprensivi di bonus. La richiesta dell’argentino e dei suoi agenti però continua ad essere di un triennale, Ausilio ha proposto 2 anni e sta valutando l’idea di un’opzione per il terzo anno.

Se ne parlerà anche nelle prossime ore; ma il vero ostacolo su cui si sta lavorando è il Paris Saint-Germain che chiede 11/12 milioni per il cartellino di Lavezzi, ritenuti troppi per un giocatore non più giovanissimo e in scadenza a giugno prossimo. Per questo l’Inter insisterà per far abbassare le pretese, non sarà facile.

Intanto – mentre Ljajic e Borini restano con Perotti idee da ultimissimi giorni – Ausilio ha mosso nuovi passi anche sul fronte Erik Lamela: l’ingaggio chiesto dal Coco in queste ore è leggermente più basso – 3 milioni a stagione – ma per almeno 4 anni.

Se ne parlerà con i suoi agenti nei nuovi contatti di oggi, mentre alcuni intermediari sono al lavoro in Inghilterra per abbassare la richiesta del Tottenham per un prestito da 6 milioni più riscatto obbligatorio intorno ai 14: l’Inter vorrebbe farlo scendere attorno ai 4 subito, se ne sta discutendo. Aspettando la risposta definitiva su Perisic che non è ancora arrivata, ma il Wolfsburg continua a resistere…