L’ag. di Vidic sbotta: “Con Mancini mai in campo. Sempre colpa sua, è assurdo! Una volta per tutte…”

Il procuratore di Vidic, Silvano Martina, è intervenuto negli studi di Antennatre. Qui, l’agente ha risposto alle domande relative al momento delicato del suo assistito, che sta trovando poco spazio nell’Inter di Mancini.

 Volevamo sapere come avete reagito lei e Vidic alle parole del post gara di Mancini che si è soffermato in particolare su di lui e ha sorvolato su errori di altri che potevano essere anche più gravi…

“Intanto non vedo che errori possa avere fatto Nemanja, del resto se si considera superficiale un passaggio all’indietro allora il calcio ha cambiato le regole e il modo di vederlo. Dico solo che se davvero queste sono considerazioni fatte da Mancini ha commesso un errore che non è da lui e da un uomo di esperienza qual è, anche perchè non vedo che errori possa avere commesso il ragazzo per subire un attacco del genere”.

Come è il rapporto tra i due? Si è spesso sentito dire che i due fanno anche fatica a parlarsi e da quando è arrivato Mancini non ha preso Vidic molto in considerazione nelle sue scelte…

“Io dico le cose come stanno. Con l’arrivo di Roberto per due mesi Vidic non ha visto il campo ed è entrato in campo da titolare solo quando non c’erano altri difensori disponibili, con il Genoa, dove tra l’altro ha fatto un ottima partita. Tra l’altro il modulo di gioco è quello che lui ha sempre preferito, che lo ha portato ad essere uno dei più forti centrali in circolazione e non capisco perchè non abbia avuto altre opportunità. Nemanja del resto è un ragazzo che non fa mai polemica, si impegna e lavora e secondo me il trattamento non è stato dei migliori”.

Tu hai una spiegazione a tutto ciò?

“Non lo so. So che Vidic non ha nulla contro nessuno. E’ venuto a Milano con tanto entusiasmo, tutti sapete che ha sempre giocato in una certa maniera e con Mazzarri si è adattato ad un sistema di gioco che non era il suo e ha fatto sempre il suo lavoro. Quando le cose non vanno bene non può essere una responsabilità solo di un singolo e invece sembra che lui sia il maggior responsabile. E’ vero si può sempre migliorare ma penso che se la stagione dell’Inter non sta andando bene le responsabilità siano da dividere tra tutti e solo in pochi al momento stanno facendo bene. Tutto questo è vergognoso e anche se mi rifiuto di crederlo sembra una cosa tutta pilotata. E poi una volta per tutte: il Manchester non l’ha lasciato e anzi anche a gennaio quando ormai avevamo un accordo con l’Inter ha provato a trattenerlo e io lo posso dimostrare con le carte in mio possesso. E’ venuto all’Inter perché gli piace l’Italia e voleva giocare in un club importante come quello nerazzurro. Però nello stesso tempo è ovvio che non sia felice per i risultati che stanno ottenendo lui e la squadra e il fatto che abbia subito gli attacchi anche della carta stampata che gli ha attribuito colpe per un fallo o un passaggio all’indietro mi sembra assurdo, tra l’altro, in una gara in cui non doveva nemmeno giocare”.

Non volendo insistere nella polemica, è vero che i giocatori dell’Inter in generale stanno deludendo, ma da lui, forse, data la sua esperienza, ci si aspettava qualcosa di più…

“Fatevi solo una domanda; l’anno scorso era titolare nel Manchester United, lui è ancora integro e forte. Un anno fa di questi tempi, e tutti voi l’avete visto, è stato uno dei migliori in campo contro il Bayern di Monaco. Non parliamo di 10 anni e vi pregherei, con molta onestà, a parte l’errore di Palermo, di dirmi quali sono questi altri errori clamorosi anche perchè ho sentito dire dopo la gara di Firenze, quando l’Inter prende due gol imparabili all’incrocio dei pali, che Vidic doveva uscire. Smettiamola c..o qui ogni volta che succede qualcosa è colpa sua. Certo può fare meglio ma ricordiamoci che è pur sempre un difensore. Poi se ci aggiungiamo che dopo essere stato fuori due mesi le ultime due partite le ha anche giocate bene… Beh, ci vuole equilibrio. Poi, se vogliamo dargli le colpe anche con il Sassuolo quando lui ha coperto il 60% della porta perchè un difensore non può essere ad un metro dell’attaccante ed è sempre colpa di Vidic, beh allora…

FONTEfcinter1908.it