La Stampa – “D’Ambrosio, furbata poco sportiva”

La sofferenza nel finale fermata dalle manone di Handanovic (che però non ha detto “si resto all’Inter”, ma “vedremo) e il derby con il Milan senza mezzo centrocampo titolare. E’ il racconto che La Stampa fa della gara di ieri del Bentegodi. La squadra nerazzurra è tornata alla vittoria che mancava dalla fine di febbraio e adesso “l’umore è meno cupo. L’Europa League è ancora un miraggio, ma c’è stato un moto d’orgoglio come aveva chiesto Mancini”, scrive Laura Bandinelli che poi bacchetta D’Ambrosio e la sua “furbata”: “La lezione di cattiveria di Mancini sconfina in un territorio pericoloso, perché l’azione che sblocca la partita è figlia di un comportamento poco sportivo di D’Ambrosio che finge malamente di non accorgersi che Tachtsidis è a terra e continua l’azione”.

E’ quella che porta al gol di Icardi servito da Palacio. “Sia chiaro, niente calcio champagne, ma rispetto alle ultime due prove contro Cesena e Parma si vedono meno disattenzioni”, si legge nello stesso articolo.  Anche qui una nota positiva per Hernanes: “Le sue incursioni da trequartista permettono a Icardi e soprattutto a Palacio di raccogliere buoni palloni” come in occasione del secondo gol. Cominciano attimi di sofferenza per l’Inter interrotti dal palo di Palacio. Arriva anche un rigore contro i nerazzurri, lo para Handanovic e poi D’Ambrosio ottiene una eviazione in rete da parte di Moras ed è il tre a zero finale. Al triplice fischio poi:“Gli ultrà gialloblù a insultare pesantemente i giornalisti in tribuna stampa, compreso l’ex bomber Aldo Serena”. 

FONTEfcinter1908.it