La rinascita passa dal settore giovanile

Campioni d’Italia e d’Europa con la Primavera, i nerazzurri sono stati i migliori di tutti anche coni Giovanissimi e la Juniores-Berretti. Solo gli Allievi Nazionali hanno mancato il tricolore. Pazienza: il bilancio del settore giovanile interista è da leccarsi i baffi. I campioncini in erba ci sono, tecnici con cui costruire qualcosa d’importante pure. L’esempio è Andrea Stramaccioni, mitico con i giovani e ora alla guida della prima squadra.
Sono stati fantastici – spiega Massimo Moratti, su ‘Tuttosport’ – quello ottenuto dal nostro settore giovanile è un record italiano, forse europeo”.
Il patron nerazzurro è entusiasta e ha tracciato la strada: seguire il modello del Barcellona. Una squadra formidabile che ha costruito le proprie fortune su giocatori nati nella propria ‘Cantera’. L’Inter ha studiato metodi e organizzazione degli spagnoli con attenzione. Poi li ha realizzati Italia, adattandoli alle esigenze del nostro calcio e investendo circa cinque milioni di euro all’anno.
“Se il modello Barça può essere applicato in Italia? Non trovo che le imitazioni siano una cosa ben fatta. L’Inter è l’Inter e ha avuto ottimi risultati da tanto tempo – ragiona Moratti – quindi farà bene come ha fatto il Barça».

Fonte: goal.com