La rinascita di Davide Santon

Davide Santon, oltre che essere uno dei protagonisti di questo straordinario inizio di stagione dell’Inter, ha dimostrato di essere un grandissimo professionista. Non è da tutti, sapere di essere sul mercato e lavorare alacremente, pur non sapendo se il giorno successivo sarà l’ultimo ad Appiano Gentile. In un’estate di calciomercato molto movimentata come quella dell’Inter, il suo nome era al centro di varie trattative, che poi non hanno sortito alcun effetto. Roma, Sampdoria, Napoli, Newcastle, Crystal Palace, Watford e altre squadre lo hanno cercato, come ha di recente ammesso lo stesso terzino numero ventuno. Ma alla fine è rimasto, e si può tranquillamente dire “per fortuna”.

Santon

Il ragazzo ha infatti dimostrato di meritare la maglia nerazzurra e la titolarità, molto più di altri arrivati in pompa magna. Buona fase di spinta e chiusure puntuali per il ventiquattrenne originario di Ferrara, che ha tratto grande giovamento dalla sua esperienza oltremanica con il Newcastle United.

Mancini, inizialmente scettico, ha dovuto ricredersi sull’ex bambino prodigio, tanto che da possibile partente, lo ha trasformato in titolare indiscusso di quest’Inter che sta sorgendo. E queste prestazioni non possono passare inosservate. Chissà se anche il CT della Nazionale, Antonio Conte, non ci stia facendo un pensierino, visto che proprio la nazionale italiana ha bisogno come il pane di uomini di assoluta affidabilità. E chi meglio di Davide Santon incarna queste caratteristiche in questo momento?